04/01/2018

Gp Vittoria, Amario dice: lo scatto di STELLA DI AZZURRA può bastare

Stella Di Azzurra

di Mario “Amario” Alderici – Gran Premio della Vittoria che, come da una quindicina d’anni (prima si correva a inizio novembre), è abbinato al giorno dell’epifania e da 11 anni si corre sulla lunga distanza. Capolista dell’albo d’oro il “Pilota” Sergio Brighenti con 6 vittorie su “Tamberino” Giancarlo Baldi (che si è imposto 4 volte). La corsa, per la sua natura di gran premio atipico con formula ad handicap, da quando è declassato a gruppo 3 e da quando si corre sui tre giri di pista ha visto spesso vincere soggetti al primo alloro classico e anche in questa edizione tra i penalizzati vi sono due soggetti che hanno grande chance di centrare il loro primo gran premio, Stella Di Azzurra (13) e Uragano Star (11). La femmina è la logica favorita; cavalla facile di impiego, seria e brava in ogni evenienza, gira bene tra i nastri, è perfettamente a suo agio sulla pista e nello schema, dopo una zoppia si è ripresa alla grande raggiungendo l’apice della forma e ha vinto nettamente il Palio dei Proprietari a media di 1.13; nell’occasione dovrà trovare la schiena giusta per piazzare da non troppo lontano la violenta frazione che può fare la differenza. Più portato a costruirsi le corse anche allo scoperto il maschio di Lorenzo Baldi che prima dell’ultima (in cui ha sbagliato sulla curva iniziale, ma solitamente è regolare) aveva a sua volta mostrato forma al diapason e per il quale sarà importante riuscire a girare regolarmente in corda dopo che nell’unica esperienza con i nastri lo fece con un po’ di incertezza; se ci riesce ha la possibilità di mettersi in grande evidenza anche in un gran premio dopo non essere riuscito mai a guadagnare un euro in quelli disputati in precedenza in periodi nei quali però era meno duttile. Tra i vincitori classici proviamo a trascurare, per motivi che diremo in seguito, la chance di Superbo Capar, mentre hanno chance di riassaporare il gusto di un successo importante Super Star Reaf (14) e Rossella Ross (10); l’allieva di Davide Di Stefano è un po’ sacrificata (essendo una cavallona di mole) dalla pista piccola ma con l’allenamento al mare è tornata al top della forma pur senza fortuna (a Milano finendo bene dopo corsa esterna, a Napoli imbattendosi in una Trendy Ok esplosiva non essendogli bastata una seconda parte di gara in 56 scarsi per salvarsi, a Roma subendo un agganciamento da Arazi Boko mentre progrediva a centro pista); quella di Andrea Guzzinati prima di cimentarsi al montato era molto piaciuta nella Maratonina d’Inverno guadagnando tantissimi metri a una rivale come Terra Del Rio nel km finale in 1.12.6 per la testa, molto meno per lei che veniva da lontano. Di quelli che si cimentano per la prima volta in una corsa di gruppo il più che intriga è Ronaldo Grad (5): da puledro correva le reclamare, piano piano è migliorato, il mare è stato un toccasana per i suoi problemi artitrici, è una palla a girarsi tra i nastri (e ha in sulky un fenomeno di queste partenze come Roberto Vecchione), la distanza gioca a suo favore perché è un cavallo che non è mai stanco e in occasione dell’ultima vittoria quando il suo interprete ha chiuso la briglia è andato via di gas facendo un altro giro dopo il palo, dovrebbe andare davanti (se non di pacca presentandosi, dato che i 4 all’interno non dovrebbero avere interesse a respingerlo a oltranza essendo Ronaldo un soggetto che va via sul passo senza fermare in modo eccessivo) e, pur da valutare a questi livelli, è un bel canarino.

Il pronostico di Amario, Cavallo per Cavallo
Prono: 13 -11 - 14  

Ippodromo: BOLOGNA - ARCOVEGGIO Data: 06/01/2018
Corsa: 1 GP Della Vittoria Hand ad Inv. 33.000 E 2460-2500 m      Distanza: 2460
N.P. Cavallo Sponsor Guidatore R.B. R.L. Carr. Trim. Padre Madre
1  UN VERO HBD    G.D'Alessandro jr 1"12"3 1"13"8 71.364 2.591 IGOR FONT GRAFIN HBD
2  NAPOLEONE LANS   A.Farolfi 1"12"3 1"13"6 222.151 4.954 URONOMETRO BUNUEL DI PIAGGIA
3  UNBELIEVABLE AS   NN 1"12"8 1"15"3 56.095 12.107 VARENNE ARMBRO COCOA
4  UNICA CAGEMAR    NN 1"13"1 1"17"2 43.296 5.760 ALGIERS HALL FRANZISKA`S CAGE
5  RONALDO GRAD   R.Vecchione 1"13"0 1"14"6 73.808 7.194 LOVE YOU VEJANA RAB
6  ULTRAS GRIF   A.Vitagliano 1"13"0 1"15"7 72.257 14.285 CLASSIC PHOTO FRIDA K JET
7  SONNY CLUB   VP Dell'Annunziata 1"11"7 1"14"4 129.337 9.032 ROLLING D`HERIPRE ENTRACTE BLUE
8  TOP MODEL OK    Fed.Esposito 1"12"0 1"12"5 77.401 11.009 CONWAY HALL NASTY OK
9  RUGIADA SMS    G.D'Ambruoso 1"11"4 1"15"0 112.414 13.082 FELIX DEL NORD DOLCEACQUA
10  ROSSELLA ROSS   A.Guzzinati 1"10"7 1"12"2 358.635 9.221 SELF POSSESSED NORTHERN JEWEL
11  URAGANO STAR   Lor.Baldi 1"12"2 1"13"5 74.052 13.386 GRUCCIONE JET GILDA LUIS
12  SUPERBO CAPAR   FR.Facci 1"10"0 1"13"1 264.095 11.822 CALYPSO CAPAR DARK DEGLI ULIVI
13  STELLA DI AZZURRA   A.Gocciadoro 1"11"1 1"13"0 162.546 22.437 SUPERGILL GENNY DI AZZURRA
14  SUPER STAR REAF   NN 1"11"5 1"14"6 156.451 17.938 VARENNE FANTASTICA STAR
Uragano Star visitato dal Dott. Orsi

 1 UN VERO HBD (Giorgio D’Alessandro jr) – Veloce con i nastri, regolare, rende al meglio sul miglio e di rimessa in corda, ha vinto 5 volte, la penultima nel 2016 in 1.14.1 finendo in crescendo nella seconda parte di gara in 58.9 (ultimo quarto in 29.2) dalla scia dei primi ai quali aveva ripiegato nel lancio in 12.9, a giugno al proprio record di 1.12.3 in una corsa a parziali invertiti progredendo nel mezzo giro finale esterno dalla scia dei primi nella quale aveva ripiegato nel lancio in 13.3; alla terzultima un quarto seguendo in quota i primi ai quali aveva ripiegato nel quarto iniziale in 28.6, la volta dopo in tris un errore, infine un “np” nel Campionato 4 anni seguendo comunque in quota nel gruppo in corda. Gira svelto ma la distanza è lunga.
Estremo outsider. Quota: 150,00
2 NAPOLEONE LANS (Andrea Farolfi) – Veloce con i nastri, regolarissimo, si adatta ad ogni schema, ha colto il proprio record di 1.12.3 vincendo a Milano sferrato ai posteriori in percorso allo scoperto con 600 finali in 42.9; ha vinto 39 volte, 3 nell’annata, l’ultima a settembre in 1.14.9 sul doppio km a Follonica nel preferito assetto senza ferri in percorso esterno con ultimi tre quarti di miglio in 1.26.9; resta su un quarto in quota in percorso esterno. Sa fare tutto, sempre al palo, rapido a girarsi, ci sta.
Grossa sorpresa. Quota: 30,00
3 UNBELIEVABLE AS (Santo Mollo) – Veloce con i nastri, regolare, ha vinto 14 volte, 6 nell’annata, l’ultima alla quartultima uscita al proprio record di 1.12.8 sferrata agli anteriori finendo in crescendo dalla scia dei primi nei 600 finali in 57.9; resta su un quarto finendo in leggero crescendo dal gruppo nel km conclusivo esterno. Tatticamente sfortunata la volta scorsa dove non è stata comunque spremuta in vista di questa corsa, rapida con i nastri, può piazzarsi.
Difficile. Quota: 33,00
4 UNICA CAGEMAR (Maurizio Cheli) – Alla prima uscita con i nastri, regolare, ha colto il proprio record di 1.13.1 a settembre seconda in quota nei 600 finali in 42.4 dopo aver ripiegato in scia alla leader nel quarto iniziale in 27.1; ha vinto 10 volte, 8 su 15 nell’annata, l’ultima alla terzultima uscita in 1.13.8 sferrata finendo in crescendo nei 600 in 43.3 dalla scia della leader alla quale aveva ripiegato nel lancio in 12.5 (da tarare a Treviso), poi due terzi, all’ultima finendo in crescendo dal gruppo. E’ seria ma schema e nastri sono una novità.
Molto difficile. Quota: 50,00
5 RONALDO GRAD (Roberto Vecchione) – Molto veloce con i nastri, ha colto il proprio record di 1.13 a giugno vincendo a Milano andando davanti con i nastri nel quarto iniziale in 28.8 per allungare con 600 finali in 42.4 (rotolo in 1.55.6); ha vinto 17 volte, 5 nell’annata, l’ultima alla penultima uscita in 1.15.9 sulla lunga distanza a Bologna in percorso esterno con progressione nel km finale, la volta dopo un errore tra i nastri. Adatto allo schema e alla distanza (non si stanca mai), è una trottola a girarsi, nell’ultimo successo quando Vecchione ha chiuso la briglia è scattato come se fosse partito allora e ha fatto un altro giro dopo il palo, può andare davanti in breve e giocarsela bene.
Sorpresa. Quota: 6,00
6 ULTRAS GRIF (Andrea Vitagliano) – Regolarissimo, ha colto il proprio record di 1.13 a ottobre secondo a Bologna in quota nel km finale in 1.10.8 dopo aver ripiegato in scia alla leader nel lancio in 13.9; ha vinto 10 volte, 4 nell’annata, all’ultima in 1.13.7 a Bologna finendo in crescendo nei 600 conclusivi in 43.8 dalla scia del leader che aveva seguito con avvio sollecito dalla seconda fila. Sempre al palo, la corda in seconda fila però non lo agevola.
Outsider. Quota: 100,00  
7 SONNY CLUB (Vincenzo Pisquoglio Dell’Annunziata) – Regolarissimo, ha colto il proprio record di 1.11.7 a luglio quarto seguendo in quota i primi in corda; ha vinto 19 volte, 2 nell’annata, all’ultima in A – B in 1.13.3 a Bologna finendo in crescendo nei 600 conclusivi in 43.9 dalla scia dei primi dove era sceso nel lancio in 14.7. In forma e a suo agio sulla distanza, si adatta un po’ a tutto compreso lo schema, ci sta bene.
Sorpresa. Quota: 20,00
8 TOP MODEL OK (Federico Esposito) –Ha vinto 12 volte, una nell’annata alla terzuscita in B – C in 1.12.9 con 600 finali in 43 passando al mezzo giro conclusivo dopo impegno esterno, la volta dopo un “np” in una batteria del Palio comunque in quota nel gruppo in corda, infine un quarto nelle Royal Mares al proprio record di 1.12.6 seguendo le prime in corda perdendone leggermente contatto nella seconda parte di gara in 55.8. In gran forma, ci sta.
Grossa sorpresa. Quota: 25,00
9 RUGIADA SMS (Gianvito D’Ambruoso) – Regolare, ha vinto 22 volte, 2 nell’annata, l’ultima alla terzultima uscita in C in 1.14 a Bologna finendo bene nell’arrivo  in 14.2 (43.2 i 600 finali) dalla scia della leader, poi due terzi nel Palio dei Comuni in quota in corda al seguito dei primi, in finale al proprio record di 1.11.4. Al top della forma e specialista della distanza, può piazzarsi.
Difficile. Quota: 33,00
10 ROSSELLA ROSS (Andrea Guzzinati) – Regolare, ha colto il proprio record di 1.10.7 nel 2014 a Malmoe quinta; ha vinto 16 volte, 3 nell’annata, l’ultima alla quartultima uscita in 1.12.5 a Milano sferrata con km conclusivo esterno finendo bene negli ultimi 600 in 42.3; alla penultima un posto d’onore finendo in crescendo  dalle retrovie nel mezzo giro finale esterno guadagnando molto alla testa nel km conclusivo in 1.12.6, la volta dopo un errore al montato in Francia. Duttile e dotata di buon finish, ci sta bene.
Sorpresa. Quota: 6,00
11 URAGANO STAR (Lorenzo Baldi) – Regolare, ha colto il proprio record di 1.12.2 l’anno scorso vincendo progredendo dalla coda nel km finale allo scoperto; ha vinto 11 volte, 3 nell’annata, l’ultima alla quartultima uscita in B – C in 1.14 a Bologna progredendo dalla coda nel mezzo giro finale, poi 2 posti d’onore, il secondo in percorso allo scoperto lottando fino in fondo nella seconda parte di gara in 57.5, la volta dopo un errore sulla prima curva quando era nel gruppo al largo. Poco fortunato di recente ma è volante, sa costruirsi le corse, se gira tra i nastri (ci ha corso una volta a Napoli un po’ incerto) può farcela.
Controfavorito. Quota: 4,50
12 SUPERBO CAPAR (Francesco Facci) -  Molto veloce in partenza (quando si avvia di trotto cosa che non sempre gli riesce), ardente, rende al meglio da leader, non ama girare al largo, ha vinto 22 volte, la quintultima nel 2016 nel Due Mari in 1.12.4 in avanti “scambiando” con un avversario dopo il lancio in 14.2 per allungare con 600 finali in 41.7, ad aprile in 1.12.4 sferrato agli anteriori da leader con lancio in 12.8 e seconda parte di gara in 57.8, a maggio nel Renzo Orlandi al record delle piste italiane di 1.10 sferrato agli anteriori ottenendo strada nel quarto iniziale in 26.7 per allungare con 600 finali in 41.4, a luglio nel Regione Sicilia in 1.12.2 con lancio in 12.9 e seconda parte di gara in 57.3, alla quartultima in 1.12.3 senza ferri davanti con lancio in 13.6 e seconda parte di gara in 57.1, poi un errore al via nel Duomo, un posto d’onore battuto al termine di un km finale in 1.13.2 dopo aver sfondato dalla seconda fila con secondo paletto in 14.5 (29.2 il mezzo giro iniziale), infine un “np” nel Campionato Master non progredendo dopo aver seguito i primi in corda. La velocità non si discute ma è un soggetto che non ha mai amato girare al largo e predilige le corse in avanti.
Molto difficile. Quota: 69,00
13 STELLA DI AZZURRA (Alessandro Gocciadoro) –Regolare, ha colto il proprio record di 1.12.1 nel 2016 a Milano seconda in quota nei 600 finali in 42.4 al seguito della leader alla quale aveva ripiegato in scia nel lancio in 12.5; ha vinto 20 volte, 4 nell’annata, le ultime due consecutive, all’ultima in 1.13 sul doppio km sferrata agli anteriori con mezzomiglio finale in 58.5 passando al mezzo giro conclusivo dopo impegno esterno. Specialista della pista, gira bene, ripresasi al meglio dopo una zoppia, al top della forma, duttile, sa fare un po’ tutto, se trova una schiena che la porta vicino ai primi ha il parziale per risolverla ed è la chiara favorita.
Favorita. Quota: 2,25
14 SUPER STAR REAF (Davide Di Stefano) - Veloce in partenza, preferisce pista grande, lavorando al mare soffre meno agli anteriori e ha ritrovato la meccanica che aveva una volta, più tranquilla e gestibile, ha colto il proprio record di 1.11.5 nel 2016 vincendo sferrata con seconda parte di gara in 56.9 sfondando dopo un km allo scoperto; ha vinto 24 volte, 4 nell’annata, a gennaio in A – B in 1.12.3 con km finale esterno e progressione nella seconda parte di gara allo scoperto, a febbraio nel Locatelli in 1.13 in percorso esterno con km finale allo scoperto e 600 conclusivi in 43.3, ad aprile nel Mirafiori in 1.11.9 sferrata con “rotolo” in 1.54.2 finendo bene nell’arrivo in 13.8 dopo impegno esterno, a luglio al rientro in 1.12.3 in percorso esterno con progressione nei 600 finali in 41.8; alla terzultima un quarto nella Coppa di Milano finendo in crescendo dopo impegno esterno apparendo migliorata di meccanica senza ferri, la volta dopo un posto d’onore nelle Royal Mares sferrata al miglior ragguaglio stagionale di 1.11.8 battuta al termine di una seconda parte di gara in 55.8 dopo aver ottenuto strada nel lancio in 12.9, infine uno sfortunato errore nel Campionato Master venendo agganciata sulla curva finale quando progrediva dal gruppo. Lavorando al mare soffre meno agli anteriori e ha ritrovato la meccanica che aveva una volta, la pista piccola la penalizza ma va forte e ci sta bene.
Terza favorita. Quota: 6,00

 



Ultime notizie


18/10/2018

La pagella di AMARIO dei 12 Qualificati al Gp Anact Maschi

di Mario “Amario” Alderici – Armando Ido, Albatros Joy e Ares Del Ronco sono i 3 vincitori delle batterie del Gran Premio Anact maschi...

17/10/2018

NUMERI GP Orsi Mangelli

Sorteggiati i numeri delle due Batterie del GP Orsi Mangelli, per indigeni ed esteri di 3 anni, in programma per il 1 novembre a Torino. Ippodromo...

17/10/2018

La pagella di Amario delle 12 Qualificate al GP Anact Femmine

di Mario “Amario” Alderici - Atomica Fas, Anita Roc e Apple Wise As sono le 3 vincitrici delle batterie del Gran Premio Anact femmine in programma...

16/10/2018

ALLEVAMENTO AMG piccola realtà...grande qualità

di FIlippo Lago - C'era una volta il ricco nordest. Dopo anni (quasi un decennio) di grave crisi economica che ha colpito con particolare ferocia una...

15/10/2018

Memorial Giuseppe Biasuzzi: VITRUVIO no stress...con record!

In una Domenica di metà ottobre dal clima primaverile e davanti ad un discreto pubblico, si è svolto il Gran Premio Memorial Giuseppe...

11/10/2018

Turilli, l'urlo di SONIA, la pagella di Amario

di Mario “Amario” Alderici – Turilli risolto dal finish di Sonia che, offerta da Sani addirittura a 31 a quota fissa, si è imposta...

10/10/2018

La forma e lo sprint di SONIA nel Turilli al record della corsa di 1.12 con km finale cronometrato da Amario in 1.10.2

di Mario “Amario” Alderici - Era da un po’ che era volante Sonia e nel Turilli ha centrato il successo a grossa quota (addirittura giocabile...

09/10/2018

Memorial Giuseppe Biasuzzi a senso unico

di Filippo Lago - Si disputerà Domenica 14 ottobre all'ippodromo Sant'Artemio di Treviso, il Gran Premio Memorial Giuseppe Biasuzzi. Una...

08/10/2018

I partenti del Memorial Giuseppe Biasuzzi, con un ricordo di Amario di Bepi Biasuzzi

 di Mario “Amario” Alderici – Dichiarati stamani i partenti della seconda edizione (dopo quella dello scorso anno vinta da Dijon...

05/10/2018

Turilli, il rientrante URLO DEI VENTI (con Vecchione) ai vertici del prono di Amario

Recupero domani del Turilli, rimandato domenica scorasa per l'allagemnto della pista casua nubifragio. Fa imnpressione, certo, vedere la bellezza di...

02/10/2018

Sublussazione alla spalla e prognosi di 15 giorni per Enrico Bellei che forse salterà il Turilli con Urlo Dei Venti

di Mario "Amario" Alderici - Sublussazione alla spalla con prognosi di 15 giorni per Enrico Bellei che quindi probabilmente non sarà in...

02/10/2018

Il Continentale Filly di VISCARDA JET, la pagella di Amario

di Mario “Amario” Alderici – Continua la crescita di Viscarda Jet ora a segno anche sulla distanza breve e per la prima volta in pista...

02/10/2018

Continentale, VITRUVIO isolato, la Pagella di Amario

di Mario “Amario” Alderici – A distanza di 6 anni dal successo della sorella Orsia anche Vitruvio (sempre con Alessandro Gocciadoro)...

01/10/2018

8 al via nel Turilli, rientra con il 4 URLO DEI VENTI (forse senza Bellei)

di Mario “Amario” Alderici - Dichiarati stamani i partenti (8) del Turilli in programma sabato 6 a Roma. Il record della corsa è di...

30/09/2018

Continentale, un'altra dispersione di VITRUVIO

di Mario “Amario” Alderici – Gocciadoro aveva già vinto il Continentale con Orsia e il fratellino Vitruvio non ha voluto essere...



Nad al Sheba S.r.l., Sede Legale Via Dolfin, 4/A - 20155 Milano
CF/P.Iva 07639910962 Cap. Soc. 10.000 € Iscrizione Rea di Milano N. 1973376
info@vendopuledri.it Privacy Cookies