26/11/2018

In 9 al via del GP Duomo, la coppia PEACE OF MIND e ARAZI BOKO al 2 e al 5

Peace of Mind nell'edizione 2017
di Mario “Amario” Alderici - Saranno in 9 domenica 2 a giocarsi l’edizione numero 72 del Duomo, classica fiorentina per eccellenza nata nel 1947 (vinsero Maggione e Fabbrucci sul doppio km in 1.24.1), tornato da 2 anni gruppo 1, e lo meritava la Toscana, lo meritavano i tanti operatori ippici capaci, lo meritava il pubblico toscano e fiorentino sempre molto appassionato, lo meritava l’attuale gestione capitanata da Cesare Meli e dal direttore Roberto Cesari e lo meritava questa corsa storica che (su una delle piste da mezzomiglio migliori del mondo come era quella de Le Mulina) nel 1958 vide un cavallo volare ad una velocità impensabile per un indigeno all’epoca (il sauro Tornese che vinse da leader in avanti con il “Pilota” Sergio Brighenti in 1.15.7 isolandosi su Crevalcore che veniva da errore con Cincerina che mostrava il cronometro che segnava un pazzesco per l’epoca due minuti secchi) facendo diventare la pista di Firenze famosa in tutto il mondo. E‘ passato più di mezzo secolo, durante il quale i colori toscani si sono legati a grandi campioni vincitori di quella corsa, a partire dalla scuderia Maria Luisa con Birbone a segno due volte (in sulky ovviamente il mito “Decione” Vivaldo Baldi), dalla Kyra con Assisi, dalla Valserchio con Crevalcore. Gli stranieri venivano volentieri in trasferta per questo gran premio, attirati anche dalla bellezza di Firenze, e tra loro Keystone Patriot che si impose 3 volte come Tornese e, tornato gruppo 1, il Duomo cerca di rinverdire i fasti di un tempo. Ora Le Mulina (il sindaco aveva detto che voleva destinarle a un luogo più degno rispetto alle corse dei cavalli, mah …) sono un cumulo di macerie e di rovine, per fortuna Cesare Meli (appoggiato dal figlio Carlo) è riuscito a salvare il trotto fiorentino e il Duomo è tornato ad essere un gruppo 1, però …. Però ci sono dei però grossi come il parco delle Cascine: se negli anni 80 venivano a correre i fuoriclasse esteri (e con il gemellaggio con New York il vincitore del gran premio partecipava all’International Trot) ora i campioni esteri vengono di rado e col contagocce, inoltre un tempo il Duomo si correva a giugno; ora (in assenza di un impianto di illuminazione) collocare un gruppo 1 per anziani a fine anno tra Palio dei Comuni e il Master o Galà di fine anno fa sì che lo spessore tecnico non sia da gruppo 1. In mancanza dell’illuminazione avrebbe più senso collocarlo nella tarda primavera (o inizio estate nell’ultima giornata di diurne). Nel 2014 la prima edizione a mano sinistra al Visarno con il successo da leader di Louvre e Federico Esposito in 1.13.4, nel 2015 ancora una volata in avanti stavolta di Pacha Dei Greppi e Antonio Greppi a sorpresa in 1.11.6, nel 2016 ancora un battistrada al palo in 1.12.4 con Brillantissime e Pierre Vercruysse che da favoriti hanno riportato al successo di questa corsa un soggetto francese dopo tre quarti di secolo (la doppietta 1948 – 1949 però un po’ anche italiana con al training e in sulky Romolo Ossani con Tais Toi e Uncle Williams), l’anno scorso Peace Of Mind e Alessandro Gocciadoro al record della corsa di 1.11.4 andando a prendere da terza in corda la battistrada Tamure Roc con seconda parte di gara in 56.2 ufficiali (meno per lei che veniva da dietro). Nell’albo d’oro, mattatore del Duomo il “Pilota” Sergio Brighenti, a segno ben 9 volte (nel 1956 con Assisi in 1.19.7, con Tornese nel 1958, 1960 e 1961 in 1.15.7, record europeo, 1.19 e 1.19.3, con Lucy's Victory nel 1965 in 1.17.2, con Murray Mir nel 1969 in 1.16, con Freddy nel 1973 in 1.18.5, con Patroclo nel 1975 in 1.17 e l'ultimo con Crown's Pride nel 1980 in 1.15.9) nettamente avanti a “Decione” Vivaldo Baldi e Enrico Bellei che hanno vinto 5 volte. Statisticamente il Duomo non è vinto da chi agisce al largo.
Ippodromo di Firenze - Data: 02/12/2018
GP DUOMO (GR.1)      Distanza: 1600
N.P. Cavallo Guidatore R.B. R.L. Carr. Trim.
1 SANTIAGO D'ETE SANTO MOLLO 1"11"5 1"13"3 240.933 17.136
2 PEACE OF MIND FED.ESPOSITO 1"09"7 1"10"8 500.051 41.157
3 URAGANO TREBI' R.VECCHIONE 1"10"9 1"13"2 395.484 55.250
4 URLO DEI VENTI A.GREPPI 1"10"8 1"10"5 900.714 0
5 ARAZI BOKO A.GOCCIADORO N/A N/A 0 0
6 SATANASSO FI M.CHELI 1"11"7 1"14"9 61.611 5.525
7 TORNADO DEL PINO M.DI MURO 1"11"7 N/A 77.015 19.244
8 UA HUKA RENE' LEGATI 1"12"2 1"13"7 65.771 10.931
9 TOBIAS DEL RONCO A.DI NARDO 1"11"8 1"13"2 58.217 4.927
Brillantissime nell'edizione 2016

Saranno in 9 al via domenica con al 2 Peace Of Mind che cerca di ripercorrere la strada dello scorso anno con il doppio Palio dei Comuni – Duomo accompagnata al 5 da Arazi Boko che torna in Italia dopo il tentativo nell’International Trot. A sfidarli con altrettanto ottimo numero sono Urlo Dei Venti (al 4 improvvisato da Antonio Greppi) da rivedere dopo il deludente rientro nel Turilli e quel bancomat fantastico che è Uragano Trebì (3) che ha vinto allo speed il Nazioni, sa davvero leggere e scrivere ed è imbattuto al Visarno nelle due corse che vi ha disputato (Firenze e Ponte Vecchio). In corda il veloce e regolarissimo Santiago D’Ete che è sempre al palo e anche stavolta può essere il piazzato di posizione con licenza di vincere, al 6 il regolare Satanasso Fiche ha scalato tutte le categorie dalla G ai gran premi, a completare la prima fila e ad aprire la seconda la coppia di Legati Tornado Del Pino (in sulky al quale si rivede con piacere a Firenze dove ha operato per tanti anni Massimo Di Muro) e Ua Huka entrambi al salto di categoria sulle ali delle grandi ascese. Completa il campo Tobias Del Ronco che a questi livelli non è mai stato un vincente ma che resta su due netti successi e non teme i percorsi esterni.
Ma in analisi e pronostico ci addentreremo nei prossimi giorni.



Ultime notizie


27/05/2019

Readly Express prospettive dopo il ritiro alle sgambature della Finale Elitloppet

Secondo il giornale francese Le Parisien Readly Express, ritirato dalla finale dell’Elitloppet ieri per evidente zoppia nelle sgambature, non ha...

27/05/2019

PARTENTI GP Repubblica, se ne va VITRUVIO

di Mario “Amario” Alderici – Dichiarati stamani i partenti del Repubblica per i free for all che ci ricorda che finalmente arriva giugno...

26/05/2019

Dijon, la vecchia conoscenza italiana, ha vinto l'Elitloppet

Dijion, che nel 2017 vinse il Triossi, battendo Ursa Caf, ma quest'inverno fce flop nel Nazioni di Uragano Trebi', ha vinto l'Elitloppet...

26/05/2019

Numeri e partenti della finale Elitloppet. Al betting favorito Readly Express

In testa alle prefernze degli scommetitori c'è Readly Express, ma tallonato da Propulsion, che in batteria ha subito Aubrion du Gers.

26/05/2019

Aubrion du Gers batte Propulsion nella seconda Batteria Elitloppet

Il controfavorito Aubrion du Gers (training dell'onnipresente Bazire) ha battuto il favorito Prpulsion, sebbene al betting i due abbiano chiuso il...

26/05/2019

Il favorito Readly Express nella prima batteria Elitloppet,

La prima batteria è andata al Ready Cash, già favorito della vigiglia, Ready Express. Il vincitore dell'Amérique 2018 ha chiuso...

25/05/2019

Le Batterie dell'Elitloppet, con le genealogia dei partenti e le ultime prestazioni

Nessun italiano nella massima prova scandinava, che lo scorso annoandò a Ringostarr Treb (W. Paal), quando il figlio di Classic Photo della Scarton...

25/05/2019

Sweden Cup alla sorpresa Queer Fish (99 vincente). Arazi è quarto

Dire che gli è venuta male la Finale ad Arazi Boko è poco. Sempre di fuori, poi difficoltà in curva quando il Goccia lo dve portare...

25/05/2019

Arazi Boko terzo in batteria va alla finale della Sweden Cup, che vinse nel 2018

L'inossidabile Arazi Boko è in finale di quella Sweden Cup che lo scorso anno aveva vinto. Alla finale il Varenne nato in Svezia ma italiano...

25/05/2019

ALLEGRA WF di nome e di fatto nel GP Stabile con 600 finali in 42.1

di Mario “Amario” Alderici – Si è risolto in una bella volata di 600 metri in un notevole 42.1 lo Stabile con il successo di Allegra...

24/05/2019

Le Batterie della Sweden Cup, con genealogia, records e somme vinte

Sabato va in scena la Sweden Cup (Gr 1), tre batterie e finale. È la giornta che precede l'Elitloppet, il massimo evento sacandinavo. Solo due...

24/05/2019

Pagella Unione Europea, Face Time battuto da Zacon Gio su curve miracolose

di Mario “Amario” Alderici – Il boato della folla sull’ultima curva fa capire come il pubblico ippico si emozioni ancora quando...

24/05/2019

Confermati Gp Repubblica, Vitruvio all'8

di Mario “Amario” Alderici – Ventotto i confermati al Repubblica di domenica 2 a Bologna con rimasto a uno sfavorevole 8 Vitruvio che...

23/05/2019

Podio tutto Gocciadoro nell'Unione Europea Filly con in vetta Zaniah Bi, la pagella di Amario

di Mario “Amario” Alderici – Si rivede con piacere in un winner circle italiano Mauro Biasuzzi grazie a Zaniah Bi che vince facile e...

22/05/2019

Cacciari, coast to coast di Audrey Effe, la pagella di Amario

di Mario “Amario” Alderici – Cacciari senza storia nel quale Audrey Effe, dopo aver preso il comando, ha portato il cronometro dalla...



Nad al Sheba S.r.l., Sede Legale Via Dolfin, 4/A - 20155 Milano
CF/P.Iva 07639910962 Cap. Soc. 10.000 € Iscrizione Rea di Milano N. 1973376
info@vendopuledri.it Privacy Cookies