06/12/2018

Mipaaft open, il prono di Amario per il veloce AXL ROSE

Axl Rose

di Mario “Amario” Alderici - Domenica a Napoli prima edizione del Gran Premio Mipaaft con una dozzina al via dopo le batterie di qualificazione. Eliminatorie nelle quali si sono imposti bene due allievi del solito Gocciadoro: il più completo è apparso il veloce Axl Rose (3) che ha volato il mezzomiglio finale in 57.2 con arrivo in 14 con facilità (solo un po’ pigro con i tappi, bisognoso di essere comandato facendogli vedere la frusta), ma è stato ottimo (pur più complicato nella meccanica e ancora un po’ puledrone) anche Acciaio (2) a segno con primo km scoperto in 1.14.1 senza mai poter essere comandato a fondo e che parte molto forte. Contro il duo in giallo principalmente l’unico straniero in pista, il francese Granon Vedaquais (1) che alla prima uscita con l’autostart è apparso serio e centrato di meccanica (contrariamente alla sgambatura poco convincente) isolandosi con quarto finale in 29.3 facili. Sei delle dodici al via sono femmine e tra queste la vincitrice di Modena, l’ardente Alouette (4) reduce da 4 successi consecutivi e in possesso di grande punta di velocità con la quale ha sottomesso in batteria nell’arrivo in 14.5 (29.1 il quarto finale) Amelie Grif (7) su distanza un filo lunga per Amelie ma che comunque ha lavorato bene e merita grandissimo rispetto in finale dopo la vittoria da leader nelle Breeders Course. Altre due femmine che mirano al colpaccio sono Atomica Fas (6) e Anita Roc (11) che nelle loro batterie hanno saputo recuperare al largo sul parziale finale veloce. Da rivedere dopo l’eliminatoria nella quale era poco guidabile mettendosi su una guida Amancio (10) a segno con bel finish nell’Anact Maschi. Ultimo numero, che non esclude la possibilità che possa fare la sorpresa, per il recorder della generazione sulle piste italiane (1.13.4) Antony Leone (12) che non teme i percorsi esterni. E al largo sa agire anche Aladin Effe (9) che è un po’ condizionato dalla lentezza iniziale ma a Modena è finito in pista e con la corda potrebbe perdere meno metri del solito al via. Adel Dei Veltri (5) e Amour A Belle (8) sono piaciute in batteria ma stavolta si prospetta un più duro percorso esterno.

PRONO: 3 – 2 - 1      

Acciaio

1 GRANON VEDAQUAIS (Andrea Guzzinati) – Piuttosto veloce in partenza, ha colto il proprio record di 1.15.8 sul doppio km alla terzultima terzo in un gruppo 3 in Francia calando nel finale dopo essere andato davanti con i nastri; ha vinto 4 volte su 6, all’ultima in batteria in 1.16 sul doppio km ottenendo strada dopo un quarto in 31 per allungare con quarto finale in 29.3 facili. A Milano alla prima uscita con l’autostart è piaciuto, dopo la sgambatura poco entusiasmante in corsa era bello anche di meccanica, può farcela.
Terzo incomodo. Quota: 3,50
2 ACCIAIO
(Alessandro Gocciadoro) – Molto veloce in partenza, ha vinto due volte sul preferito doppio km, alla penultima (dopo un errore sulla prima curva dopo aver ottenuto strada) in 1.16.8 ottenendo strada nel lancio in 15.5 per allungare con mezzomiglio finale in 58.9, la volta dopo in batteria al proprio record di 1.15 passando dopo un km scoperto in 1.14.1. E’ ancora un puledrone ma va fortissimo, non preciso di meccanica a Roma ma nettamente a segno senza mai essere comandato a fondo, può farcela.
Controfavorito. Quota: 3,00
3 AXL ROSE
(Vincenzo Piscuoglio Dell’Annunziata) – Veloce in partenza, completo, un po’ pigro, ha vinto 4 volte su 5, alla penultima in 1.15.6 sul doppio km ottenendo strada dopo il lancio in 15 per allungare con 600 finali in 42.7, la volta dopo in batteria al proprio record di 1.15.1 sul doppio km ottenendo strada dopo il lancio in 15.2 per allungare con mezzomiglio finale in 57.2 e arrivo in 14 facili. Soggetto già maturo e completo, va come un treno, se sfonda dovrebbe arrivare fino in fondo.
Favorito. Quota: 2,50
4 ALOUETTE
(Edoardo Baldi) – Veloce in partenza, ardente, in possesso di grande punta di velocità, ha volto il proprio record di 1.15.7 alla quartultima vincendo in percorso quasi interamente allo scoperto; ha vinto 4 volte su 5, all’ultima in batteria in 1.15.9 sul doppio km finendo bene  dalla scia della leader nell’arrivo in 14.5 (29.1 il quarto finale). Rapida e in possesso di ottima frazione, ci sta bene.
Sorpresa. Quota: 10,00
5 ADEL DEI VELTRI
(Santo Mollo) – Piuttosto veloce in partenza, ha vinto una volta alla quartultima uscita in 1.17.3 da leader con lancio in 15 e 600 finali in 44.4; ha colto il proprio record di 1.14.4 alla penultima seconda a Milano progredendo dalla coda nella seconda parte di gara allo scoperto, la volta dopo in batteria un altro posto d’onore finendo in crescendo dal gruppo nel mezzo giro conclusivo esterno. Rischia di restare al largo.
Outsider. Quota: 200,00
6 ATOMICA FAS
(Giampaolo Minnucci) – Parte il giusto, ha vinto 6 volte su 10, la terzultima (dopo un errore al via) alla quintultima uscita al proprio record di 1.14.7 finendo in crescendo nell’ultimo km esterno con 600 conclusivi in 43.3, poi in 1.14.8 in schema simile con 600 finali in 44.8, nella batteria dell’Anact Femmine in 1.15.4 ma con rotolo in 1.58.8 e 600 finali in 43.8 dopo essere partita con prudenza e essersi sistemata in scia alla leader a metà corsa, in finale un errore al via, infine in batteria un posto d’onore finendo bene dalle retrovie nel km conclusivo esterno. Apparsa più tranquilla, ha ottimo parziale, ci sta.
Grossa sorpresa. Quota: 15,00
7 AMELIE GRIF
(Bjorn Goop) – Veloce in partenza, ha vinto alla penultima le Breeders Course al proprio record di 1.13.8 da leader, la volta dopo in batteria un posto d’onore stampata nell’arrivo in 14.5 (29.1 il quarto finale) dopo aver ottenuto strada nel lancio in 14.9. La distanza è un po’ lunga ma ha ottimo parziale, piaciuta in lavoro, ci sta bene.
Sorpresa. Quota: 10,00
8 AMOUR A BELLE
(Vincenzo Luongo) – Parte il giusto, ha vinto 2 volte, l’ultima alla quartultima uscita in 1.16.6 con km conclusivo esterno finendo in crescendo nella seconda parte di gara in 59.6; ha colto il proprio record di 1.14.4 alla penultima seconda progredendo dalla scia dei primi nei 700 finali, la volta dopo in batteria un altro posto d’onore finendo in crescendo dalla coda nel mezzo giro conclusivo esterno. Bene nel finish a Roma ma su un parziale finale lento, il numero esterno la sacrifica.
Estrema outsider. Quota: 250,00
9 ALADIN EFFE
(Antonio Di Nardo) – Piuttosto lento in partenza, ha vinto 4 volte su 7, la penultima ad agosto al proprio record di 1.14.9 a Follonica con 600 finali in 44.8 progredendo dal gruppo nel km conclusivo allo scoperto, alla penultima in 1.16.6 percorso esterno con progressione nella seconda parte di gara in 1.00.4 (29.7 il quarto finale), la volta dopo in batteria un terzo finendo in crescendo dalla coda nel mezzo giro conclusivo esterno. La corda può dargli una mano a non perdere troppi metri al via ma recuperare nella categoria non sarà facile.
Molto difficile. Quota: 150,00
10 AMANCIO
(Antonio Greppi) – Piuttosto veloce in partenza, ha esordito nella batteria dell’Anact maschi con un quarto finendo in crescendo con poco spazio dal gruppo nella seconda parte di gara in 59.1, la volta dopo ha vinto la finale al proprio record di 1.15.3 finendo bene dalla scia dei primi, infine in batteria un terzo in quota in corda al seguito dei primi a disagio sulla pista mettendosi su una guida. La prestazione nell’eliminatoria romana non va presa alla lettera, a segno con bel finish nell’Anact maschi, può piazzarsi.
Difficile. Quota: 40,00
11 ANITA ROC
(Filippo Rocca) – Piuttosto veloce in partenza, ha vinto 4 volte, la seconda (dopo un terzo in quota nella seconda parte di gara allo scoperto in 58.9 con ultimo quarto in 29.2) alla terza uscita in 1.16.5 in percorso esterno progredendo nel quarto finale in 29.6, poi un errore dopo mezzo giro quando era nel gruppo in corda, altri due successi, il primo in 1.16.5 a Milano ottenendo strada dopo un quarto in 30.6 per allungare con 600 finali in 44.2, il secondo nella batteria deoll’Anact Femmine al proprio record di 1.15.4 finendo bene dal gruppo con seconda parte di gara che ho cronometrato in 57.2 con 600 finali in 42.5, in finale un errore all’imbocco della prima curva quando seguiva i primi, infine un terzo in batteria finendo in crescendo dalla coda nel km conclusivo esterno. Prudente in batteria, ci sta.
Grossa sorpresa. Quota: 22,00
12 ANTONY LEONE
(Gaetano Di Nardo) – Piuttosto veloce in partenza, ha vinto 3 volte, l’ultima alla penultima uscita al record della generazione di 1.13.4 sfondando con terza frazione in 14.3 dopo i 600 iniziali in 43.6 per allungare con quelli finali in 43.4, la volta dopo in batteria un terzo progredendo dalla scia dei primi nel km finale scoperto. Recorder della generazione, il numero non lo aiuta ma può piazzarsi.
Difficile. Quota: 40,00



Ultime notizie


27/05/2019

Readly Express prospettive dopo il ritiro alle sgambature della Finale Elitloppet

Secondo il giornale francese Le Parisien Ready Express, ritirato dalla finale dell’Elitloppet ieri per evidente zoppia nelle sgambature, non ha ...

27/05/2019

PARTENTI GP Repubblica, se ne va VITRUVIO

di Mario “Amario” Alderici – Dichiarati stamani i partenti del Repubblica per i free for all che ci ricorda che finalmente arriva giugno...

26/05/2019

Dijon, la vecchia conoscenza italiana, ha vinto l'Elitloppet

Dijion, che nel 2017 vinse il Triossi, battendo Ursa Caf, ma quest'inverno fce flop nel Nazioni di Uragano Trebi', ha vinto l'Elitloppet...

26/05/2019

Numeri e partenti della finale Elitloppet. Al betting favorito Readly Express

In testa alle prefernze degli scommetitori c'è Readly Express, ma tallonato da Propulsion, che in batteria ha subito Aubrion du Gers.

26/05/2019

Aubrion du Gers batte Propulsion nella seconda Batteria Elitloppet

Il controfavorito Aubrion du Gers (training dell'onnipresente Bazire) ha battuto il favorito Prpulsion, sebbene al betting i due abbiano chiuso il...

26/05/2019

Il favorito Readly Express nella prima batteria Elitloppet,

La prima batteria è andata al Ready Cash, già favorito della vigiglia, Ready Express. Il vincitore dell'Amérique 2018 ha chiuso...

25/05/2019

Le Batterie dell'Elitloppet, con le genealogia dei partenti e le ultime prestazioni

Nessun italiano nella massima prova scandinava, che lo scorso annoandò a Ringostarr Treb (W. Paal), quando il figlio di Classic Photo della Scarton...

25/05/2019

Sweden Cup alla sorpresa Queer Fish (99 vincente). Arazi è quarto

Dire che gli è venuta male la Finale ad Arazi Boko è poco. Sempre di fuori, poi difficoltà in curva quando il Goccia lo dve portare...

25/05/2019

Arazi Boko terzo in batteria va alla finale della Sweden Cup, che vinse nel 2018

L'inossidabile Arazi Boko è in finale di quella Sweden Cup che lo scorso anno aveva vinto. Alla finale il Varenne nato in Svezia ma italiano...

25/05/2019

ALLEGRA WF di nome e di fatto nel GP Stabile con 600 finali in 42.1

di Mario “Amario” Alderici – Si è risolto in una bella volata di 600 metri in un notevole 42.1 lo Stabile con il successo di Allegra...

24/05/2019

Le Batterie della Sweden Cup, con genealogia, records e somme vinte

Sabato va in scena la Sweden Cup (Gr 1), tre batterie e finale. È la giornta che precede l'Elitloppet, il massimo evento sacandinavo. Solo due...

24/05/2019

Pagella Unione Europea, Face Time battuto da Zacon Gio su curve miracolose

di Mario “Amario” Alderici – Il boato della folla sull’ultima curva fa capire come il pubblico ippico si emozioni ancora quando...

24/05/2019

Confermati Gp Repubblica, Vitruvio all'8

di Mario “Amario” Alderici – Ventotto i confermati al Repubblica di domenica 2 a Bologna con rimasto a uno sfavorevole 8 Vitruvio che...

23/05/2019

Podio tutto Gocciadoro nell'Unione Europea Filly con in vetta Zaniah Bi, la pagella di Amario

di Mario “Amario” Alderici – Si rivede con piacere in un winner circle italiano Mauro Biasuzzi grazie a Zaniah Bi che vince facile e...

22/05/2019

Cacciari, coast to coast di Audrey Effe, la pagella di Amario

di Mario “Amario” Alderici – Cacciari senza storia nel quale Audrey Effe, dopo aver preso il comando, ha portato il cronometro dalla...



Nad al Sheba S.r.l., Sede Legale Via Dolfin, 4/A - 20155 Milano
CF/P.Iva 07639910962 Cap. Soc. 10.000 € Iscrizione Rea di Milano N. 1973376
info@vendopuledri.it Privacy Cookies