14/02/2019

Encat, il prono Amario con netta favorita TRENDY OK

L'arrivo del Locatelli con Trendy Ok su Tina Turner e Testimonial Ok con quinta Toscarella

di Mario “Amario” Alderici – Torna dopo un anno di pausa l’Encat (che si corre dal 1930, prima edizione vinta da Marcello e Gonnella in 1.27.2 sulla distanza dei 3000 metri) e torna ad essere gruppo 2 (mentre era tornata definitivamente sul doppio km dal 1991, dopo che l’ultima edizione sulla lunga distanza del 1990 era stata vinta da Gainsford e Pippo Gubellini in 1.17.2 con bel finish). Triplette di Tornese (1960, 1961 e 1962) e di Varenne (2000, 2001 e 2002).Il record della corsa è di Lisa America che con Jorma Kontio vinse di forza in 1.11.3 nel 2010 passando al mezzo giro finale dopo impegno allo scoperto. In vetta all’albo d’oro il “Pilota” Sergio Brighenti con 7 vittorie su Orlando Zamboni e William Casoli con 6; dei driver in attività al comando Pippo Gubellini con 5 successi. Edizione di quest’anno caratterizzata ai primi 4 numeri di cavalli di Gocciadoro (4 e mezzo considerando che al 5 c’è Tina Turner che sta alloggiando nelle scuderie del team in giallo), tutti con chance. Le ultime quattro corse di gruppo per anziani sono state vinte da femmine e anche la volta il presunto sesso debole può fare la voce grossa. Logica favorita è la regolare Trendy Ok (1) che continua a viaggiare su una percentuale successi superiore al 50%, sa fare tutto compreso girare al largo, resta sulla vittoria di forza sulla pista (sulla quale si trova benissimo) nel Locatelli con percorso, dopo partenza prudente, misurato da start a start in 1.53.5 e in seguito è piaciuta in lavoro. Se è vero che Trendy è la favorita obbligatoria è altrettanto vero che i rivali sono qualitativi, sia i tre “in casa” sia tra i veri e propri avversari. La più che intriga, soprattutto se andasse davanti arginando Tina o riuscendo a presentarsi per prima (anche se lasciarla sfilare e presentarsi potrebbe non essere agevole visto il carattere), è la bisbetica ma veloce e potente compagna di allenamento Super Star Reaf (4) che nel Ponte Vecchio, chiusa in corda, si è arrabbiata e ha sbagliato ma era bella di meccanica e appariva molto carica. Tra gli avversari la più che stuzzica per la forma al top è la regolare Tina Turner (5), che però è un’avversaria a metà perché sta alloggiando in scuderia dai Gocciadoro, che nella classica fiorentina ha saputo rimediare a un errore nella fase iniziale con un corposo percorso esterno e km finale che ho cronometrato in 1.11.3; parte molto forte, fa bene la distanza e se va davanti per poi mandarne uno con chance avrebbe le carte in regola per vincere. Condizione superlativa e buona sistemazione per l’altrettanto duttile Sonia (2) molto piaciuta e sfortunata in Francia arrivando con poco spazio. Per interrompere il digiuno dei maschi nei gran premi per anziani il più che piace è il passista Voltaire Gifont (6) che non teme i percorsi esterni, ma ha chance personale anche il compagno di colori di Trendy, il derbywinner Testimonial Ok (3) finito bene in slalom nel Locatelli. Questi i 6 protagonisti mentre gli altri 4 a questi livelli non sono mai stati dei vincenti; tra loro il cavallo nascosto di quota può essere il regolare Santiago De Leon (8) che non teme le corsie esterne e dopo 2 successi ha stracorso, pur perdendo, a Firenze in percorso allo scoperto con 600 finali in un ottimo 41.2. Il numero esterno penalizza la veloce e regolarissima Viola Trio (7) che è sempre al palo (da novembre 2016, 37 uscite, nei primi 5) in ogni categoria ed è stata la sorpresa del Ponte Vecchio finendo bene dopo aver trovato tardi l’aria con ultimo km che ho cronometrato in 1.11.3; stavolta è ancora più dura e lega le sue chance alla possibilità di essere la prima a presentarsi sull’ipotetica prima leader Tina e alla seconda ipotesi che Tina in avanti abbia intenzione di mandare Viola. Toscarella (9) è potente, non teme la distanza e di recente è stata sfortunata tatticamente ma resterà presumibilmente nella coda del gruppo e reinserirsi nella categoria non sarà facile. Twilight Lux (10) sta correndo tanto e più è in pista più va forte ma nella compagnia avrebbe contato poco con l’1, figuriamoci con il 10 …

PRONO: 1 – 4 - 5            

 

Ippodromo di Milano - Data: 17/02/2018
GP ENCAT     Distanza: 2250
N.P. Cavallo Guidatore R.B. R.L. Carr. Trim.
1 TRENDY OK A.GOCCIADORO 1"09"7 1"10"2 393.326 45.512
2 SONIA R. LEGATI 1"11"4 1"11"3 200.991 12.160
3 TESTIMONIAL OK FED. ESPOSITO N/A 1"11"9 418.481 3.713
4 SUPER STAR REAF XXX 1"11"0 1"12"2 222.092 17.612
5 TINA TURNER G. LO VERDE 1"10"9 1"12"0 225.413 63.339
6 VOLTAIRE GIFONT P. GUBELLINI 1"11"4 1"11"5 262.237 50.300
7 VIOLA TRIO M. STEFANI 1"12"1 1"13"4 58.053 9.680
8 SANTIAGO DE LEON XXX 1"11"9 1"13"5 122.206 9.173
9 TOSCARELLA XXX 1"12"2 1"13"4 52.788 5.211
10 TWILIGHT LUX XXX 1"13"2 1"14"0 52.964 7.098
Super Star Reaf

1 TRENDY OK (Alessandro Gocciadoro) – Piuttosto veloce in partenza (anche se a volte si avvia prudente), regolare, adatta ad ogni schema, ha colto il proprio record di 1.09.7 l’anno scorso a Stoccolma terza in una batteria della Sweden Cup in linea con i primi due finendo in crescendo dal gruppo nella seconda parte di gara esterna; ha vinto 26 volte su 51, nel 2016 la quattordicesima in 1.13.2 a Milano ottenendo strada dopo un quarto in 29.7 per allungare con 600 finali in 41, in 1.11.9 a Milano sferrata agli anteriori ottenendo strada nel quarto iniziale in 28.6 per allungare con 600 finali in 41.7, in 1.12.1 con quarto iniziale in 29.6 e seconda parte di gara in 56.1, in 1.14.3 a Bologna sferrata agli anteriori con 600 finali in 42.2 passando sulla curva conclusiva dopo un giro allo scoperto, nel Galà in 1.12.8 sul doppio km finendo in crescendo dal gruppo nel mezzomiglio conclusivo in 57.9, l’anno scorso nella consolazione del Lotteria in 1.11.2 in percorso esterno finendo in crescendo nella seconda parte di gara in 56.5, nel Città di Treviso in 1.12 finendo in crescendo nei 600 conclusivi in 43.2 dopo impegno esterno, nelle Royal Mares in 1.11.8 sferrata agli anteriori in percorso allo scoperto con seconda parte di gara in 55.8, nel Campionato Master in 1.13.4 sul doppio km con seconda parte di gara scoperta in 57.7 dopo aver ottenuto strada dopo un quarto in 29.6 ed essere stata superata al giro; ad aprile un terzo al rientro nel Campo di Mirafiori finendo in crescendo dal gruppo dopo aver trovato tardi l’aria, poi un successo in una batteria del Lotteria in 1.10.8 finendo in crescendo dal gruppo nel km conclusivo esterno, in finale un errore al via, una parentesi scandinava chiusa con un quarto in un gruppo 1 calando in retta dopo aver ottenuto strada dopo mezzo giro in 34.9, un successo nel Città di Treviso in 1.11.4 passando al mezzo giro finale dopo impegno allo scoperto, nel Nazioni un errore al via inseguendo bene, un successo nelle Royal Mares in 1.11.1 con ultimi tre quarti di miglio allo scoperto, un “np” in un gruppo 2 in Francia seguendo nel gruppo, infine un successo nel Locatelli in 1.11.9 sferrata agli anteriori in percorso in gran parte scoperta dopo partenza prudente trottando da start a start in 1.53.5. Duttile, sa agire in ogni schema, viaggia con una percentuale successi superiore al 50%, si trova bene sulla pista, non teme i percorsi esterni, è piaciuta in lavoro e merita il ruolo di favorita.
Favorita. Quota: 1,70
2 SONIA (Renè Legati) – Piuttosto veloce in partenza, regolare, vinse nel 2015 l'Andreani in 1.13.4 ottenendo strada nel lancio in 14.5 per poi allungare con 600 finali in 42.7; ha vinto 24 volte, la sestultima nel 2016 in C in 1.12.9 passando dopo un km esterno per allungare con 600 finali in 43.2, l’anno scorso in Francia in 1.12.9 ottenendo strada sulla prima curva, a novembre in B in 1.13.2 da leader con lancio in 13.6 e 600 finali in 42.5, due volte consecutive a giugno sferrata agli anteriori in percorsi quasi interamente allo scoperto, la prima in A – B in 1.11.5, la seconda in 1.12.4 in percorso esterno; a settembre un buon posto d’onore in linea con il vincitore in percorso esterno con km finale allo scoperto lottando fino in fondo nei 600 conclusivi in 42.5, poi un terzo nel Freccia d’Europa finendo bene nei 600 conclusivi in 42.5 con arrivo in 13.7, un successo nel Turilli in 1.12 sul doppio km finendo bene dal gruppo negli ultimi tre quarti di miglio esterni in 1.23.9, nel Nazioni un insolito errore sulla curva finale quando era nel gruppo al largo, nelle Royal Mares un terzo al proprio record italiano di 1.11.4 in quota in percorso esterno, infine un quinto in un gruppo 3 in Francia al proprio record di 1.11.3 sul doppio km arrivando con poco spazio dopo aver seguito nel gruppo in corda. Piaciuta ma sfortunata in Francia, ci sta bene.
Sorpresa. Quota: 5,00
3 TESTIMONIAL OK (Federico Esposito) –Veloce in partenza, regolare, ha vinto nel 2015 il  Derby sferrato agli anteriori in 1.12.8 sul doppio km finendo in crescendo dal gruppo nel mezzomiglio conclusivo in 56.3; ha vinto 12 volte, 4 nell’annata, l’ultima ad agosto in 1.12.2 sfondando con quarto iniziale in 26.1 per allungare con 600 finali in 42.9, poi un “np” nel Mattii accusando sulla curva finale l’impegno esterno, un buon posto d’onore nella prima prova del Campionato Europeo al proprio record di 1.11.4 finendo bene dalla scia dei primi nei 600 conclusivi in 42.3, nella seconda prova un quarto finendo in crescendo dalle retrovie nel km conclusivo esterno in 1.11.6, un altro quarto nel Freccia d’Europa seguendo in quota i primi in corda, un quinto nel Turilli seguendo nel gruppo in corda, al rientro un “np” in un gruppo 2 in Francia seguendo nel gruppo, infine un terzo nel Locatelli finendo in crescendo dal gruppo. Duttile, piaciuto nel finish in slalom all’ultima, ci sta.
Grossa sorpresa. Quota: Scud. (7,00)
4 SUPER STAR REAF (x) – Veloce in partenza, bisbetica, preferisce pista grande, ha colto il proprio record di 1.11 a giugno seconda a Stoccolma finendo in crescendo nel mezzo giro finale in 34.1, ha vinto 25 volte, l’anno scorso la ventesima in A – B in 1.12.3 con km finale esterno e progressione nella seconda parte di gara allo scoperto, nel Locatelli in 1.13 in percorso esterno con km finale allo scoperto e 600 conclusivi in 43.3, nel Mirafiori in 1.11.9 sferrata con “rotolo” in 1.54.2 finendo bene nell’arrivo in 13.8 dopo impegno esterno, al rientro in 1.12.3 in percorso esterno con progressione nei 600 finali in 41.8, a settembre in A – B in 1.11.8 sferrata agli anteriori scambiando con un rivale dopo il lancio in 13.1 per allungare con 600 finali in 41.6, sempre a settembre nel Freccia d’Europa al proprio record italiano di 1.11.3 sferrata davanti con lancio in 12.8 e arrivo in 13.7, alla quartultima in 1.12.3 sferrata agli anteriori ottenendo strada dopo il lancio in 14 per allungare con 600 finali in 41.7, poi un “np” nelle Royal Mares calando in retta dopo aver agito in avanti con lancio in 12.8, un terzo nel Campionato Master finendo in crescendo dalle retrovie nel miglio conclusivo esterno, infine nel Ponte Vecchio un errore al mezzo giro finale quando seguiva i primi in corda. Potente e in possesso di buon parziale, è un po’ bisbetica ma ora è perfetta anche di meccanica, l’errore di Firenze è imputabile al carattere trovandosi chiusa ma era bella carica, può farcela.
Controfavorita. Quota: 5,00
5 TINA TURNER (Gaspare Lo Verde) – Molto veloce in partenza, regolare, preferisce pista grande, rende al meglio di rimessa in corda e in corse tirate, preferisce essere comandata senza frusta, ha colto il proprio record di 1.10.9 ad agosto seconda senza ferri finendo in crescendo dal gruppo; ha vinto 24 volte, 6 nell’annata, la penultima alla quartultima uscita nel preferito assetto senza ferri in 1.11.9 a Siracusa da leader, la volta dopo sempre senza ferri nel Campionato Master in 1.12 sul doppio km finendo bene nel mezzomiglio conclusivo in 56.9 dopo aver mandato via nel quarto iniziale in 29.9, infine due buoni posti d’onore, il primo nel Locatelli finendo forte dal gruppo dopo aver trovato tardi l’aria, il secondo nel Ponte Vecchio in percorso esterno dopo breve errore al via finendo in crescendo nel km conclusivo che ho cronometrato in 1.11.3. Duttile, al top della forma e a suo agio sulla distanza, se va davanti e ne manda uno può farcela.
Terza favorita. Quota: 5,00
6 VOLTAIRE GIFONT (Pietro Gubellini) – Piuttosto lento in partenza, passista, ha colto il proprio record di 1.11.4 a ottobre secondo nel Biasuzzi sferrato finendo in crescendo dalla scia del leader nella quale era sceso sulla curva finale dopo impegno esterno; ha vinto 9 volte, nel 2017 la terza in 1.13.2 a Milano con seconda parte di gara in 58.4 passando al mezzo giro finale dopo aver spostato dalla coda sulla penultima curva, in 1.15.5 sul doppio km con ultimi tre quarti di miglio in 1.28.3 avvicinandosi gradatamente dal gruppo, in un gruppo 3 in Francia in 1.14.6 sulla lunga distanza in percorso quasi interamente esterno, nella consolazione del Derby in 1.14 sul doppio km sferrato progredendo dal gruppo nel km finale allo scoperto, in 1.14 sul doppio km a Milano sferrato ottenendo strada dopo un quarto in 31 per allungare con mezzomiglio finale in 57.2, l’anno scorso in un gruppo 3 in Francia in 1.14.2 sulla lunga distanza sferrato finendo in crescendo dopo impegno esterno, alla quartultima nel Campionato 4 anni in 1.13.3 sul doppio km pn percorso esterno con secondo km scoperto in 1.12.4; resta su un sesto in un gruppo 3 in Francia accusando in retta l’impegno esterno. Sa agire al largo, passista a suo agio sulle lunghe distanze, ci sta bene.
Sorpresa. Quota: 6,00
7 VIOLA TRIO (Marco Stefani) – Veloce in partenza, regolarissima, ha colto il proprio record di 1.12.1 alla quintultima seconda seguendo in quota i parziali invertiti del leader che aveva mandato via nel quarto iniziale in 28.1; ha vinto 10 volte, 5 nell’annata, l’ultima alla terzultima uscita in 1.15 sul doppio km sferrata ai posteriori ottenendo strada dopo il quarto iniziale con i nastri in 32 per allungare con quello finale in 29.1 (mezzo miglio conclusivo in 58.5), la volta dopo un posto d’onore stampata dopo aver ottenuto strada dopo il lancio dalla seconda fila in 14.8, infine un buon terzo nel Ponte Vecchio finendo bene dal gruppo dopo avvio sollecito dalla seconda fila e aver trovato tardi l’aria con km conclusivo che ho cronometrato in 1.113. E’ sempre al palo, fa bene la distanza ed è al top della forma ma la sistemazione al largo nella categoria la sacrifica.
Molto difficile. Quota: 100,00
8 SANTIAGO DE LEON (x) – Parte il giusto, regolare, sa agire al largo, ha colto il proprio record di 1.11.9 vincendo in C – D finendo in crescendo nei 600 finali esterni dalla scia dei primi a cui aveva ripiegato dopo il quarto iniziale in 27.5; ha vinto 25 volte, 5 nell’annata, l’ultima alla penultima uscita in B – C in 1.13.6 sferrato agli anteriori in percorso esterno con seconda parte di gara in 58.2, la volta dopo un posto d’onore in percorso allo scoperto in quota nei 600 finali in 41.2. Dopo due vittorie ha impressionato anche all’ultima, a questi livelli non è mai stato un vincente ma può piazzarsi.
Difficile. Quota: 33,00
9 TOSCARELLA (x) – Parte il giusto, ha colto il proprio record di 1.12.4 a giugno vincendo in percorso esterno con seconda parte di gara allo scoperto in 57.8; ha vinto 14 volte, 4 nell’annata, la penultima ad agosto in 1.13.1 finendo in crescendo dopo impegno esterno, a ottobre in 1.13.4 sul doppio km passando sulla curva finale dopo mezzo miglio esterno per allungare con quarto conclusivo in 28.9; alla terzultima un terzo finendo in crescendo dalla coda nei 600 conclusivi in 42.5, la volta dopo un buon quinto nel Locatelli finendo in crescendo dalle retrovie nel km finale esterno, infine un “np” nel Ponte Vecchio non riuscendo a progredire dalla coda nei 700 finali esterni. La distanza è la sua, ha motore e di recente non è stata tatticamente fortunata ma resterà presumibilmente nella coda del gruppo e recuperare nella compagnia non sarà facile.
Outsider. Quota: 150,00
10 TWILIGHT LUX (x) – Molto veloce in partenza, ha colto il proprio record di 1.13.2 a ottobre quinta a Milano seguendo in quota nel gruppo in corda;  ha vinto 14 volte, 4 nell’annata, l’ultima alla terzultima uscita in E in 1.14.1 da leader con lancio in 13.6 e seconda parte di gara in 58.8; resta su un posto d’onore in quota in percorso esterno. E’ spesso in pista e più corre più va forte ma è fuori categoria.
Estrema outsider. Quota: 300,00

 



Ultime notizie


22/03/2019

26 i confermati nell'Italia (26 anche i non confermati)

di Mario “Amario” Alderici – Sono 26 i confermati al Gran Premio Italia in programma a Bologna domenica 31, secondo appuntamento di vertice...

22/03/2019

Jegher, PEACE OF MIND e ATTACK DIABLO coalizione dura da battere

di Mario “Amario” Alderici – Jegher domenica a Trieste che vede ai primi due numeri i rientri del duo di Leonardo Cecchi formato da Peace...

21/03/2019

Alessandra Vigliani, la Vet dei Derby. L'abbiamo costretta a raccontarsi

iIntervista di Filippo Lago - Alessandra Vigliani, per tutti (o quasi) “La Dottoressa”, racchiude in se stessa l'ippica a 360 gradi. Proprietaria...

20/03/2019

Etruria, Ayrton Treb e Aida Francis i nomi nuovi, la pagella di Amario

di Mario “Amario” Alderici – Il primo gran premio della stagione per i 3 anni è di Ayrton Treb, bel cavallo muscoloso allenato...

19/03/2019

I 49 NUMERI del GP Italia

Ecco i 49 numeri del GP Italia Ippodromo di Bologna - Data: 31/03/2019 GP ITALIA (GR.3)     Distanza: 1660 ...

18/03/2019

In 7 per il GP Jegher, all'1 Peace Of Mind

di Mario “Amario” Alderici – Circuito dei free for all anziani che in attesa dei gruppo 1 primaverili propone domenica 24 il gran premio...

17/03/2019

Etruria, continua la crescita di AYRTON TREB che va davanti e non si prende

di Mario “Amario” Alderici – Continua con la vittoria nel 74esimo Etruria l’ascesa del bellissimo e muscoloso Ayrton Treb (ingiustamente...

14/03/2019

Promozione Allevamento per Le Touquet con il Centrale di Torino

Ottima idea promozionale quella di Alessandra Vigliani, tra le più note veterinarie della nostra ippica sia nel Trotto sia nel Galoppo, che ha messo...

14/03/2019

Etruria, con ANANAS JET che può sfruttare la posizione, il prono di Amario

di Mario "Amario" Alderici - Inizia come di consueto con lo storico Etruria (domenica 10 a Firenze) il cammino classico dei 3 anni sulla strada...

13/03/2019

Padovanelle, la classe di ARAZI BOKO, la pagella di Amario

di Mario "Amario" Alderici - Legge Fornero e quota 100 non interessano al dodicenne Arazi Boko che al rientro (con un po’ di...

12/03/2019

EXPLOIT CAF non dà solo femmine: guardate le V. Lo dice Raffaele Lenzi

Intervista di Filippo Lago e Alessandro Ferrario - Exploit Caf è stato per molti uno dei più forti trottatori dell’ultimo ventennio....

11/03/2019

Città di Padova a ZABUL FI con un grande speed. La Pagella di Filippo Lago

di Filippo Lago - Nei giorni scorsi ci siamo sbilanciati nel pronosticare la vittoria di Zabul Fi nel Gran Premio Città di Padova. La realtà...

11/03/2019

I partenti dell'Etruria, al 2 il recorder ANANAS JET con Bellei

di Mario “Amario” Alderici - Dichiarati stamani i partenti (10) dell’Etruria (domenica 10 a Firenze), tradizionalmente il primo appuntamento...

10/03/2019

Padovanelle, la classe del vecchio ARAZI BOKO al rientro a 12 anni

di Mario “Amario” Alderici – Capita raramente di vedere un dodicenne vincere una corsa di gruppo, oltretutto al rientro; è riuscito...

10/03/2019

Nel Città di Padova il ritorno di ZABUL FI (1.12)

di Mario “Amario“ Alderici – Si è finalmente rivisto, dopo il rientro incolore, il miglior Zabul Fi, a segno nel Città...



Nad al Sheba S.r.l., Sede Legale Via Dolfin, 4/A - 20155 Milano
CF/P.Iva 07639910962 Cap. Soc. 10.000 € Iscrizione Rea di Milano N. 1973376
info@vendopuledri.it Privacy Cookies