26/02/2019

Intervista ad Anita Carelli - Paolo VI: «Ci vuole l'orgoglio di essere ippici»

Anita Carelli alla guida del Palo VI di Taranto

di Filippo Lago - In un momento cosi particolare e delicato per l'ippica italiana, nella quale gli ippodromi rivestono un ruolo significativo, facciamo il punto della situazione con Anita Carelli, patron dell'ippodromo Paolo VI di Taranto.

Anita, in un momento delicato come quello attuale, quali sono le maggiori difficoltà che incontrate?
Era peggio nel 2018, per la mancanza di un contratto. Quest'anno invece grazie alle promesse mantenute dal ministro Centinaio, possiamo lavorare con maggior tranquillità e soprattutto in maniera più organizzata grazie ad un calendario già esistente.

L'emorragia di pubblico è uno dei maggiori problemi dell'ippica italiana…
E’ un problema col quale abbiamo fatto i conti già in passato. Tuttavia abbiamo resistito creando eventi finalizzati ad attrarre gente. Anche quest'anno sono in programma una serie di manifestazioni.

Recentemente l’ippodromo di Taranto ha ospitato personaggi dello spettacolo. Come lavorate per contattarli?
Abbiamo alcuni agenti con i quali collaboriamo da anni che si occupano di seguire la parte organizzativa al fine di poter avere la presenza di personaggi famosi. 

Ed i rapporti con la stampa?
Abbiamo anche un Ufficio stampa del quale si occupa il nostro grafico e ciò facilita la pubblicità del nostro impianto con la produzione di materiale promozionale di vario genere. 

Gli appuntamenti più attesi?
A marzo mandiamo in scena il campionato amazzoni e tra aprile e maggio si terrà il palio dei quartieri. A giugno saranno alcuni amministratori locali a dar vita ad un'altra manifestazione, improvvisandosi driver per un giorno. A luglio gli eventi più tecnici, ma non per questo (anzi) meno suggestivi: il Due Mari e Città di Taranto. Nel corso dell'estate si disputerà anche il Mondiale gentleman. In settembre invece, una iniziativa di carattere sociale della quale stiamo definendo i dettagli.

La sua opinione sull’attuale ministro Mipaaf, Centinaio?
Ci ha salvati. Se non fosse per lui, l'80% delle società di corse avrebbero chiuso.

 

Il paolo VI di Taranto

Perché?
Lo sblocco dei pagamenti alle società di corse parla da solo. Entro la fine di dicembre dello scorso anno molte società già hanno ricevuto quanto dovuto o per lo meno una consistente parte di quanto a loro spettava.

Il vostro impianto è nella condizione attuale di poter assumere nuovo personale?
Al momento no! Non abbiamo ancora raggiunto un livello di stabilità sufficiente per nuovi importanti investimenti in termini di risorse umane.

Dal tuo punto di vista, da dove si dovrebbe iniziare per riportare l'ippica ai fasti di un tempo?
Si dovrebbe riprendere in mano il regolamento, fermo dal 2005. Bisognerebbe renderlo più moderno mettendo al centro il benessere animale.

Quale ruolo possono giocare gli ippodromi per rivitalizzare l'immagine del comparto ippico?
Fondamentale. Bisogna senz'altro ripulire la faccia di quest'ippica offrendo uno spettacolo degno di questo nome. Come? Ad esempio adottando una condotta di gara rispettosa dell'animale, entrando in pista con un abbigliamento tecnico adeguato etc… Insomma bisogna recuperare l’orgoglio e la responsabilità di essere ippici

Quali sono gli obiettivi che il Paolo VI di Taranto si pone per il 2019?
Lavorare con maggior serenità rispetto allo scorso anno.

Un appello al ministro Centinaio.
Al ministro? Non si stanchi di noi. C'è gente che vuol fare ippica in maniera produttiva. 



Ultime notizie


22/03/2019

26 i confermati nell'Italia (26 anche i non confermati)

di Mario “Amario” Alderici – Sono 26 i confermati al Gran Premio Italia in programma a Bologna domenica 31, secondo appuntamento di vertice...

22/03/2019

Jegher, PEACE OF MIND e ATTACK DIABLO coalizione dura da battere

di Mario “Amario” Alderici – Jegher domenica a Trieste che vede ai primi due numeri i rientri del duo di Leonardo Cecchi formato da Peace...

21/03/2019

Alessandra Vigliani, la Vet dei Derby. L'abbiamo costretta a raccontarsi

iIntervista di Filippo Lago - Alessandra Vigliani, per tutti (o quasi) “La Dottoressa”, racchiude in se stessa l'ippica a 360 gradi. Proprietaria...

20/03/2019

Etruria, Ayrton Treb e Aida Francis i nomi nuovi, la pagella di Amario

di Mario “Amario” Alderici – Il primo gran premio della stagione per i 3 anni è di Ayrton Treb, bel cavallo muscoloso allenato...

19/03/2019

I 49 NUMERI del GP Italia

Ecco i 49 numeri del GP Italia Ippodromo di Bologna - Data: 31/03/2019 GP ITALIA (GR.3)     Distanza: 1660 ...

18/03/2019

In 7 per il GP Jegher, all'1 Peace Of Mind

di Mario “Amario” Alderici – Circuito dei free for all anziani che in attesa dei gruppo 1 primaverili propone domenica 24 il gran premio...

17/03/2019

Etruria, continua la crescita di AYRTON TREB che va davanti e non si prende

di Mario “Amario” Alderici – Continua con la vittoria nel 74esimo Etruria l’ascesa del bellissimo e muscoloso Ayrton Treb (ingiustamente...

14/03/2019

Promozione Allevamento per Le Touquet con il Centrale di Torino

Ottima idea promozionale quella di Alessandra Vigliani, tra le più note veterinarie della nostra ippica sia nel Trotto sia nel Galoppo, che ha messo...

14/03/2019

Etruria, con ANANAS JET che può sfruttare la posizione, il prono di Amario

di Mario "Amario" Alderici - Inizia come di consueto con lo storico Etruria (domenica 10 a Firenze) il cammino classico dei 3 anni sulla strada...

13/03/2019

Padovanelle, la classe di ARAZI BOKO, la pagella di Amario

di Mario "Amario" Alderici - Legge Fornero e quota 100 non interessano al dodicenne Arazi Boko che al rientro (con un po’ di...

12/03/2019

EXPLOIT CAF non dà solo femmine: guardate le V. Lo dice Raffaele Lenzi

Intervista di Filippo Lago e Alessandro Ferrario - Exploit Caf è stato per molti uno dei più forti trottatori dell’ultimo ventennio....

11/03/2019

Città di Padova a ZABUL FI con un grande speed. La Pagella di Filippo Lago

di Filippo Lago - Nei giorni scorsi ci siamo sbilanciati nel pronosticare la vittoria di Zabul Fi nel Gran Premio Città di Padova. La realtà...

11/03/2019

I partenti dell'Etruria, al 2 il recorder ANANAS JET con Bellei

di Mario “Amario” Alderici - Dichiarati stamani i partenti (10) dell’Etruria (domenica 10 a Firenze), tradizionalmente il primo appuntamento...

10/03/2019

Padovanelle, la classe del vecchio ARAZI BOKO al rientro a 12 anni

di Mario “Amario” Alderici – Capita raramente di vedere un dodicenne vincere una corsa di gruppo, oltretutto al rientro; è riuscito...

10/03/2019

Nel Città di Padova il ritorno di ZABUL FI (1.12)

di Mario “Amario“ Alderici – Si è finalmente rivisto, dopo il rientro incolore, il miglior Zabul Fi, a segno nel Città...



Nad al Sheba S.r.l., Sede Legale Via Dolfin, 4/A - 20155 Milano
CF/P.Iva 07639910962 Cap. Soc. 10.000 € Iscrizione Rea di Milano N. 1973376
info@vendopuledri.it Privacy Cookies