04/05/2019

Lotteria, torna a vincere un francese: BEL AVIS, la pagella di Amario

di Mario “Amario” Alderici – Qualitativamente non è stato un grande Lotteria ma a sopperire a ciò c’è stato lo spettacolo con batterie e finale entusiasmanti, una pista perfetta, un’ottima cornice di tanto pubblico e quote giocabili con un ottimo riscontro monetario (in finale betflag ha allibrato intorno al 125%, con Bel Avis giocabile addirittura anche a 3,15, dimostrando che quando le quote non sono ladre il pubblico gioca ancora volentieri). Dopo il successo di  Hillion Brillouard nel 1980 torna a vincere un cavallo francese, interrompe il digiuno Bel Avis, meritatamente pur con qualche neo: in batteria un doppio errore prima del via (galoppa anche dopo il punto di start ma per soli 5 tempi) tornando a vincere con rotolo cronometrato privatamente in 1.53 con poco più di 55 per il mezzomiglio finale, in finale sulla prima curva tocca involontariamente la ruota di Vitruvio afflosciandone il pneumatico (a nostro avviso doveva essere appiedato Bazire) per poi far valere caratura superiore nei 600 finali a centro pista in 41 (meno per lui che veniva da dietro) anche se con Bazire esultante la meccanica è notevolmente peggiorata negli ultimi metri (pur non sanzionabile per il regolamento italiano).
Prima degli indigeni Ursa Caf in sulky alla quale è stato perfetto il giovane campano Antonio Esposito.
La nostra pagella riguarda i finalisti, tra gli altri però è doveroso sottolineare la sfortunata prova di Sonia in errore sull’ultima curva quando stava andando all’attacco del leader Timone Ek e quella del vecchio Arazi Boko scoperto in batteria e poi a segno nella consolazione in 1.11.1 sotto un’immeritata gragnuola di frustate di Alessandro Gocciadoro (punito dalla giuria con una multa), il cui comportamento in materia di frustate (come quello di Riccio, Di Nardo e Gubellini) è stato contestato dagli operatori scandinavi, cosa che ha portato Gocciadoro a scusarsi e a promettere che in futuro non userà più il frustino in quella maniera.   

BEL AVIS – Al top della forma, nervoso, con la corda in batteria sbaglia due volte prima del via (non squalificabile perchè galoppa anche dopo il punto di start ma per soli 5 tempi), torna alla grande (evitando anche Sonia in errore sull’ultima curva) con percorso cronometrato da start a start in 1.53 con mezzomiglio finale in poco più di 55; in finale è giocabile addirittura a 3,15 su betflag, parte in mano, nell’andare in schiena a Vitruvio gli tocca la ruota afflosciandone involontariamente un pneumatico, in seconda pariglia, scatta in terza ruota al mezzo giro finale e in retta passa con superiorità con Bazire che esulta nonostante nel finale Bel Avis peggiori notevolmente l’andatura (nei limiti del regolamento italiano); ultimi 600 in 41 ufficiale che valgono meno per lui che veniva da dietro. Voto: 9
DISCO VOLANTE
– Conferma che l’ultima vittoria in 1.10.2 non era un caso della vita, al salto di categoria si comporta più che egregiamente, in batteria va davanti dall’8 (complici anche l’errore di Attack Diablo e la rinuncia di Pantera Del Pino) con un eccellente avvio in 12.8 e vince netto; ci prova in avanti anche in finale con lancio in 13.3 ma non gli sono sufficienti 600 finali in poco più di 41 per portarla a casa. Voto: 8
URSA CAF
– Prima degli italiani, in batteria terza in corda finisce in crescendo, in finale rinuncia saggiamente alla partenza veloce, al largo, finisce bene; perfetto in sulky il giovane campano Antonio Esposito. Voto: 7
VITRUVIO
– Sfortunato, in batteria ottiene strada e allunga netto vincitore, in finale allo scoperto, sulla prima curva Bel Avis gli tocca (ovviamente involontariamente anche se a nostro avviso Bazire doveva essere appiedato) la ruota afflosciandone il pneumatico, tutta strada nasino al vento e Gocciadoro spostato sulla parte con la ruota “sana”, alza bandiera bianca sull’ultima curva. Voto: 6,5
UA HUKA
– in batteria manda Vitruvio e resta in quota, in finale segue dal via Disco e resta in quota. Voto: 6,5
ATTACK DIABLO
– In batteria si avvantaggia ma sbaglia, torna alla grande finendo in spinta, in finale sbaglia ancora al via inseguendo decorosamente. Voto: 6,5
VANESIA EK
– Sacrificata dal numero sia in batteria sia in finale, si comporta onorevolmente per varchi dopo aver rinunciato alla partenza. Voto: 6
URLO DEI VENTI
– Fuori forma, in batteria conquista comunque l’accesso in finale seguendo Disco, in finale è penalizzato dal numero, finisce in leggero crescendo dalle retrovie. Voto: 6
TIMONE EK
– Non è il miglior Timone ma corre più che decorosomente in batteria sfondando al prezzo di 600 iniziali in 42.2, non ha argomenti per replicare a Bel Avis in retta ma stringe i denti per salvare il posto d’onore; in finale terzo in corda alza bandiera bianca sull’ultima curva. Voto: 6



Ultime notizie


22/05/2019

Cacciari, coast to coast di Audrey Effe, la pagella di Amario

di Mario “Amario” Alderici – Cacciari senza storia nel quale Audrey Effe, dopo aver preso il comando, ha portato il cronometro dalla...

22/05/2019

Giovanardi vince Al Capone Stecca ma ci sono tanti errori, la pagella di Amario

di Mario “Amario” Alderici – Pista pesante che ha indotto a molti errori tra cui sfortunati quello sulla seconda curva della favorita...

21/05/2019

NUMERI GP della Repubblica

Estratti i Numeri del Gran Premio della Repubblica, in programma per domenica 2 giugno a Bologna. 1 STELLA DI AZZURRA 12 SONIA 13...

20/05/2019

I partenti del Gp Stabile, in 8 al via con all''uno Axel degli Ulivi

di Mario “Amario” Alderici - Sorteggiati i numeri del Gran Premio Gaetano Stabile in programma sabato 25 ad Aversa e che si corre dal 1976...

19/05/2019

Unione Europea: Zacon Gio (Ruty Grif) ha battuto il migliore 4 Anni d'Europa

di Mario “Amario” Alderici – Uno dei più bei duelli degli ultimi anni quello tra due grandi campioni come Zacon Gio e Face Time...

19/05/2019

In training da pochi mesi da Gocciadoro, Zaniah Bi vince l'Unione Europea Filly

di Mario “Amario” Alderici – Unione Europea Filly che ha sancito la forma al top della recorder della generazione Zaniah Bi che centra...

18/05/2019

Giovanardi degli errori, AL CAPONE STECCA fa valere la regolarità

di Mario “Amario” Alderici – Pista pesante che si è rivelata deleteria per molti puledri e la vittoria, meritata, è andata...

18/05/2019

Cacciari, netta AUDREY EFFE da leader. Poi buona Ambra Grif

di Mario “Amario” Alderici – L’unica sorpresa del Cacciari è stata la quota fissa snai di 1,90 (davvero paciarotta a dire...

18/05/2019

Unione Europea, il prono di Amario, favorito FACE TIME BOURBON, ci prova ZACON GIO

di Mario “Amario” Alderici – Dopo il successo di Bel Avis nel Lotteria un altro cavallo francese (ma italiano di colori) cerca di assicurarsi...

18/05/2019

Unione Europea Filly, ZANIAH BI cerca la prima classica, il prono di Amario

di Mario “Amario” Alderici – Due file complete domenica nell’Unione Europea Filly con Zaniah Bi (1) che con il training di Gocciadoro...

17/05/2019

Aggiornamento (dopo 4 ritiri) Gp Cacciari, il prono di Amario con sempre più netta favorita AUDREY EFFE

di Mario “Amario” Alderici – Ben 4 i ritiri nel Cacciari, oltre a Amelie Kyu Bar hanno dato forfait Allegra Wf, A Sexygirl Par e Arrow...

17/05/2019

Campo aggiornato Giovanardi, il prono di Amario che con la guida di Vecchione sceglie AMBER PRAD

di Mario “Amario” Alderici – Nuovo campo del Giovanardi che registra il ritiro di Alchemist Bi e la sosituzione di Alessandro Gocciadoro...

16/05/2019

AXL ROSE, le (tante) differenze il campione dei 3 anni e la madre, Linda di Casei

di Mario “Amario” Alderici - Leader indiscusso della generazione dei 3 anni Axl Rose (guarda la scheda prestazioni - link 1 - e la...

15/05/2019

Renzo Orlandi, carezze per Arazi Boko, la pagella di Amario

di Mario “Amario” Alderici – Carezze e pacche sul posteriore (dopo le proteste scandinave per l’eccessivo uso della frusta) per...

13/05/2019

Altro buon risultato di Zahra Mil in Danimarca

La Nad Al Sheba Zahara Mil (Eriksson)ha vinto domenica a Charlottelund una 66.000 € sui 2000 metri nella giornata della Chopenagen Cup, vinta da Handsome...



Nad al Sheba S.r.l., Sede Legale Via Dolfin, 4/A - 20155 Milano
CF/P.Iva 07639910962 Cap. Soc. 10.000 € Iscrizione Rea di Milano N. 1973376
info@vendopuledri.it Privacy Cookies