28/06/2019

Citt di Napoli, AXL ROSE per confermarsi leader, il prono di Amario

Axl Rose

di Mario “Amario” Alderici – Città di Napoli domenica con netti favori per il leader della generazione Axl Rose (4) che ha interrotto la serie vittoriosa a Stoccolma comunque stracorrendo allo scoperto. Dovrà andare a chiedere strada o a prendere chi andrà davanti tra due soggetti veloci come Ayrton Treb (6) che ha avuto tanta sfortuna di recente (a Milano ha dislocato, a Modena ha subìto un intralcio) e parte molto forte e il compagno di training Al Capone Stecca (2) duttile e serio; nel ruolo di prima alternativa scegliamo l’allievo di Casillo e Farolfi anche per la presenza con chance personali del compagno di scuderia, il regolare passista Aladin Effe (5) che ha lavorato bene, forse correrà senza ferri e senza freno ed è alla ricerca del primo successo classico. Tra quelli al salto di categoria il più che intriga è l’acerbo ma forte Alrajah One (10) imbattuto nelle due uscite sulla distanza. Sfida i maschi con chance la regolare A Sexygirl Par (3) che stracorre ad ogni uscita fino a 100 metri dal palo per poi restare sul passo nelle battute finali. Tra i soggetti locali il più che intriga è il regolarissimo Argentovivo (9) che è sempre al palo, ma a percorso netto possono fare la sorpresa anche Aristotele Laser (13) che quando non ha sbagliato ha vinto e il passista Antony Leone (7). Possibile piazzato di posizione il veloce Albatros Joy (1). Il recorder della generazione per numero di vittorie (già 8) Ananas Jet (8) sta sbagliando a ripetizione nella fase iniziale. Aramis Ek (12), Aleandro Zs (14) e Amour A Belle (11) resteranno presumibilmente nella coda del gruppo e nella categoria non sarà facile risalire.

Prono: 4 – 6 - 2

Ayrton Treb

1 ALBATROS JOY (Pietro Gubellini) – Veloce in partenza, migliorato in affidabilità, ha vinto 2 volte, la prima a ottobre nella batteria dell’Anact maschi in 1.17.4 finendo bene (nonostante un allargamento sulla curva finale infastidito dalla stanga) nella seconda parte di gara che ho cronometrato in 58.6; dopo 4 prestazioni viziate da errori alla quintultima un terzo al rientro al proprio record di 1.15.2 a Milano trascinato nel gruppo in corda, poi un successo in 1.15.4 da leader con lancio in 13 e 600 finali in 43.4, un “np” nel Nazionale seguendo in coda con una ruota bucata, nel Giovanardi un terzo finendo in crescendo dal gruppo, infine nell’Elwood Medium un “np” in percorso esterno. Rapido, è migliorato caratterialmente, la compagnia è impegnativa ma può essere il piazzato di posizione.
Difficile. Quota: 150,00
2 AL CAPONE STECCA (Giampaolo Minnucci) – Veloce in partenza, regolare, ha vinto 4 volte, la penultima a dicembre in 1.15.2 a Milano ottenendo strada nel lancio in 13.3 per allungare con seconda parte di gara in 59.5, poi un posto d’onore finendo in crescendo dopo essere sceso in scia ai primi dopo 600 in 42.2, un terzo in un gruppo 3 in Francia in quota in percorso in gran parte esterno, nell’Etruria un insolito errore sulla curva iniziale quando era al largo dei primi, un buon terzo nell’Italia in quota nel secondo giro allo scoperto dopo aver ripiegato nel gruppo nel lancio in 14.5, un posto d’onore nel Nazionale al proprio record di 1.12.6 sul doppio km finendo in crescendo dopo aver ripiegato in scia ai primi, infine un successo nel Giovanardi in 1.14.4 sul doppio km ritrovandosi davanti sull’errore di un avversario nel quarto iniziale in 29.8. Duttile e rapido, classico piazzato di posizione con licenza di vincere.
Terzo incomodo. Quota: 4,50
3 A SEXYGIRL PAR (Tommaso Di Lorenzo) – Piuttosto veloce in partenza, regolare, ha vinto due volte a novembre, la prima in 1.16.3 a Bologna con 600 finali in 45.1 passando sulla curva conclusiva dopo aver seguito il leader dal via, la seconda in 1.14 progredendo nel quarto finale in 29.6 dalla scia della leader che aveva seguito dal via, poi un posto d’onore nel Mipaaft Filly progredendo nei 600 finali in 43.6 dopo impegno esterno, al rientro un buon terzo nell’Etruria progredendo dalla scia dei primi nel km finale allo scoperto, nell’Italia un insolito errore al via, un buon quinto finendo in crescendo dalla coda nel mezzomiglio conclusivo esterno, un posto d’onore nel Nazionale Filly in quota nel km finale esterno, infine un quarto al proprio record di 1.12.8 a Milano calando in retta dopo essere passata sulla curva finale dopo mezzomiglio allo scoperto con penultimo quarto in 27.9 (per la testa, meno per lei che veniva da dietro). Corre sempre bene ma nelle battute finali resta un po’ sul passo, in ogni caso va forte e ci sta bene.
Sorpresa. Quota: 30,00
4 AXL ROSE (Alessandro Gocciadoro) – Piuttosto veloce in partenza, completo, dotato di eccezionale cambio di marcia, un po’ pigro, ha vinto 7 volte su 9, la quintultima a novembre in 1.15.6 sul doppio km ottenendo strada dopo il lancio in 15 per allungare con 600 finali in 42.7, poi nella batteria del Mipaaft in 1.15.1 sul doppio km ottenendo strada dopo il lancio in 15.2 per allungare con mezzomiglio finale in 57.2 e arrivo in 14 facili, in finale in 1.15 sul doppio km finendo bene dal gruppo nel mezzomiglio finale con 400 conclusivi in 28.5, al rientro in 1.13 sul doppio km a Milano sferrato agli anteriori ottenendo strada dopo 600 in 45.5 per allungare con mezzomiglio finale in 56.9 (28 gli ultimi 400), nel Nazionale in 1.12.3 sul doppio km ottenendo strada dopo mezzo giro per allungare con mezzomiglio finale in 57, infine un terzo al proprio record di 1.12.2 sul doppio km terzo in un gruppo 2 in Svezia in quota in percorso allo scoperto. Soggetto già maturo, freddo e completo, ha un cambio di marcia impressionante, va come un treno, fa bene la distanza, tatticamente sfortunato ma valido a Stoccolma, dovrebbe farcela.
Favorito. Quota: 1,30
5 ALADIN EFFE (Antonio Di Nardo) – Piuttosto veloce in partenza, regolare, passista, ha vinto 4 volte, la penultima ad agosto in 1.14.9 a Follonica con 600 finali in 44.8 progredendo dal gruppo nel km conclusivo allo scoperto, a novembre in 1.16.6 percorso esterno con progressione nella seconda parte di gara in 1.00.4 (29.7 il quarto finale); ha colto il proprio record di 1.12.8 a gennaio secondo in percorso allo scoperto in quota nella seconda parte di gara in 57.1, poi 2 quarti, il primo in un gruppo 3 in Francia in quota in percorso in gran parte esterno, il secondo nell’Etruria in quota in percorso esterno, 2 terzi, il primo in quota nel km finale allo scoperto dopo aver ripiegato in scia al leader nel lancio in 14.5, il secondo nel Nazionale spostando dal gruppo al giro per scendere in scia ai primi al mezzo giro finale e restare in quota, infine un posto d’onore nel Giovanardi finendo in crescendo dalla coda nel mezzo giro conclusivo esterno. Rischia di essere preso in velocità in partenza ma si è un po’ sveltito, è piaciuto in lavoro, forse correrà senza ferri e senza freno, ci sta bene.
Sorpresa. Quota: Scud. (6,00)
6 AYRTON TREB (Andrea Farolfi) – Molto veloce in partenza, ha vinto 6 volte, 5 consecutive tra gennaio e marzo, in 1.15.8 a Bologna con km finale esterno e proggressione nel mezzo giro conclusivo, in 1.14.3 sul doppio km sfondando dopo 400 in 27.9, nell’Etruria in 1.13.8 da leader con lancio in 13.6, nell’Italia al record della generazione di 1.12.5 ottenendo strada dopo il lancio in 14.5 per allungare con 600 finali in 43.1 senza forzare, uno sfortunato “np” nel Nazionale cedendo al mezzo giro finale dopo aver dislocato il palato dopo essere andato davanti e aver mandato via, infine nel Giovanardi uno sfortunato errore sulla prima curva dopo essersi avvantaggiato subendo un intralcio per poi inseguire platonicamente bene. Maturato, si adatta un po’ a tutto, sfortunato di recente, parte molto forte e se va davanti può arrivare fino in fondo o giocarsela mandando Axl.
Controfavorito. Quota: 4,50
7 ANTONY LEONE (Gaetano Di Nardo) – Piuttosto veloce in partenza, non sempre affidabile, ha vinto 5 volte, ha colto il proprio record di 1.13.1 a gennaio terzo seguendo dal via il leader perdendone leggermente contatto nella seconda parte di gara in 57.1, poi un successo in 1.15.1 sul doppio km ottenendo strada dopo 400 in 30.5, due prestazioni vizate da errori, un posto d’onore muovendo allo scoperto dopo mezzo giro per passare al mezzo giro finale e calare in retta, nell’Italia un errore al via, un altro errore in partenza, nel Nazionale un quinto in quota nel km finale esterno, nel Giovanardi uno sfortunato errore sulla prima curva venendo danneggiato quando era al largo, infine un posto d’onore nello Stabile finendo in crescendo nei 600 conclusivi in 42.1 pur perfettibile di meccanica in pista piccola. Poco fortunato di recente, può piazzarsi.
Difficile. Quota: 150,00
8 ANANAS JET (Vincenzo Villani) – Piuttosto veloce in partenza (quando si avvia di trotto, cosa che non sempre gli riesce), ha vinto 8 volte, la penultima a gennaio al proprio record di 1.12.7 da leader con lancio in 13.5 e seconda parte di gara in 57.1, poi uno sfortunato errore sulla prima curva subendo un disturbo, un successo in 1.14.4 sul doppio km sferrato ai posteriori ritrovandosi davanti sull’errore del leader dopo un km, un buon posto d’onore finendo in crescendo dopo impegno quasi interamente esterno, infine 4 prove viziate da errori, il primo nel Nazionale prima del via, il secondo nel tentativo di far partenza, il terzo nel Giovanardi dopo essersi avvantaggiato, il quarto nella fase iniziale. Recorder della generazione per numero di vittorie (8) ma ha iniziato a sbagliare al via.
Molto difficile. Quota: 200,00
9 ARGENTOVIVO (Mario Minopoli) – Parte il giusto, regolarissimo, ha vinto 6 volte su 10, la penultima alla terzultima uscita in 1.16.1 sul doppio km passando sull’ultima curva dopo impegno esterno, la volta dopo al proprio record di 1.13.1 ottenendo strada dopo 600 in 44.7 per allungare con seconda parte di gara in 57.7, infine un posto d’onore in quota nell’ultimo giro e mezzo scoperto con mezzomiglio conclusivo in 56.8. Al salto di categoria, sempre al palo, ci sta.
Grossa sorpresa. Quota: 33,00
10 ALRAJAH ONE (Enrico Bellei) – Veloce in partenza, regolare, acerbo, ha vinto 5 volte su 9, le ultime 2 consecutive sul preferito doppio km, la prima in 1.14.1 a Montecatini passamndo al mezzo giro finale dopo un giro esterno per allungare con 600 finali in 42.1, la seconda al proprio record di 1.13.1 ottenendo strada dopo un quarto in 29.5 per allungare con mezzomiglio finale in 56.8. Al salto di categoria, è ancora acerbo ma va fortissimo ed è imbattuto sul doppio km (2 su 2), ci sta bene.
Sorpresa. Quota: 15,00
11 AMOUR A BELLE (Vincenzo Luongo) – Parte il giusto, ha vinto 5 volte, la seconda a ottobre in 1.16.6 con km conclusivo esterno finendo in crescendo nella seconda parte di gara in 59.6, a dicembre in 1.13.4 finendo in crescendo dal gruppo, ad aprile al proprio record di 1.13.1 a Follonica progredendo dalla scia dei primi nella seconda parte di gara in 57.4, alla quartultima in 1.14.1 ad Aversa passando al mezzo giro finale dopo un giro esterno, infine un terzo accusando sulla curva finale l’impegno allo scoperto; resta su un quinto in quota nel km finale esterno. Non teme i percorsi esterni ma resterà presumibilmente nelle retrovie e risalire nella compagnia sarà un’impresa.
Estrema outsider. Quota: 300,00
12 ARAMIS EK (Roberto Vecchione) – Parte il giusto, regolare, ha vinto 3 volte, la penultima alla quartultima uscita in 1.15.2 sulla pista racchettizzata di Montegiorgio in percorso allo scoperto con 600 finali in 43.5, alla terzultima al proprio record di 1.13.4 sferrato agli anteriori con km finale esterno e progressione nel mezzo giro conclusivo, la volta dopo un insolito errore sulla curva finale quando era sul leader dopo un km scoperto, infine un sesto in un gruppo 3 in Francia finendo in leggero crescendo dalle retrovie nel mezzo giro conclusivo esterno. Resterà presumibilmente nella coda del gruppo e risalire non sarà facile.
Molto difficile. Quota: 200,00
13 ARISTOTELE LASER (Saverio Gallo) – Molto veloce in partenza, ha vinto 6 volte su 10, la penultima a dicembre in 1.16.4 sul doppio km con miglio finale esterno e km conclusivo in 1.15 scarsi, alla quartultima al proprio record di 1.13.6 tenendo andatura da leader dopo il quarto iniziale in 28.6, alla penultima in 1.14.5 scambiando con un avversario dopo il lancio in 13.9 per allungare con 600 finali in 43.8, la volta dopo un errore in partenza. Quando non ha sbagliato ha vinto, la categoria è impegnativa e la sistemazione non lo agevola ma se fa percorso netto se la gioca.
Grossa sorpresa. Quota: 50,00
14 ALEANDRO ZS (Edoardo Baldi) – Parte il giusto, ha colto il proprio record di 1.12.9 alla quartultima a Milano terzo in quota nella seconda parte di gara esterna in 58; ha vinto 4 volte, le ultime 2 consecutive, all’ultima in 1.14.4 sul doppio km passando sull’errore del leader ai 600 finali dopo impegno esterno. In gran forma ma la categoria è impegnativa.
Outsider. Quota: 250,00

 

 



Ultime notizie


28/05/2020

La classifica del Repubblica

Comunicata la classifica del Repubblica (in programma martedì 2 giugno all'Arcoveggio di Bologna) con numeri che saranno sorteggiati venerdì...

28/05/2020

Giovedi' riparte Castelluccio, Barracuda Jet e Balto nei centrali

di Mario “Amario” Alderici – Riprendono oggi le corse a Castelluccio, le prove a maggior dotazioni saranno le due per i soggetti di 3...

28/05/2020

Trotto & Turf torna in edicola da martedi' 2 con una nuova proprieta'

Dopo la pausa dovuta alla pandemia con gli ippodromi italiani chiusi, martedì 2 Trotto & Turf torna in edicola con un’edizione di 64 pagine...

26/05/2020

FINALMENTE SI RIPARTE

Finalmente si riparte. Che emozione cliccare sui partenti e veder apparire il proprio cavallo. E’ stato come tornare al primo puledro allevato...

26/05/2020

IL CLOU DEL SABATO DI SOLVALLA E' FEMMINA

Tecnicamente, in assenza della Sweden Cup e piu' delle stesse Harper, il clou del sabato di Solvalla, degno apripista della domenica dell'Elitlopp...

25/05/2020

INTANTO HA STRAVINTO LUI

E sono tre. Dopo Looking Superb e Chief Orlando al via dell'Elitlopp 2020 ci sara' dunque un terzo erede di Orlando Vici, quel Racing Mange che...

25/05/2020

QUANDO L'IMBATTIBILITA' E' UN VIZIO DI FAMIGLIA

Un gran bel vizietto, non c'e' che dire. Ai 9 successi consecutivi di Ecurie D si aggiungono ora i 2 della sorellastra Fascination, a segno oggi...

24/05/2020

I probabili 16 dell'Elitlopp

di Mario “Amario” Alderici - Con gli inviti di Racing Mange (a segno nella Gulddivisionen in 1.09.7) e di Propulsion (del quale avevamo previsto...

23/05/2020

Gavle, nella Gulddivisionen Final si salva RACING MANGE (1.09.7) e guadagna la cartolina rosa per l'Elitlopp

di Mario “Amario” Alderici – La cartolina rosa per l’Elitlopp è per Racing Mange che è stato stranamente snobbato...

23/05/2020

Un calendario ippico pazzesco

Un calendario ippico pazzesco, a vantaggio di pochi (non noti, perchè non vengono fatti nomi e cognomi) che suggeriscono al Mipaaf stronzate a discapito...

23/05/2020

"Ma quei Filly ..." la lettera di Enrico Tuci alla D.ssa Mastromarino

Ma quei Filly....   Carissima Dott.ssa Mastromarino,   Lei immaginerà certamente l’emozione di oggi nel ritrovare tra...

22/05/2020

A VOLTE RITORNANO

Questa vicenda ricalca, per certi versi, quella del leggendario galoppatore americano Seabiscuit e del suo fantino, Red Pollard. In questo caso i due...

22/05/2020

Gavle sabato, la finale Gulddivisionen con almeno un biglietto valido per l'Elitlopp, il prono e le quote di Amario

di Mario “Amario” Alderici – Sabato a Gavle alla decima corsa (ore 18.20) la finale della Gulddivisionen, gruppo 2, che darà al...

21/05/2020

FINALMENTE dal 25 Maggio riparte l'ippica italiana

FINALMENTE dal 25 Maggio riparte l’ippica italiana Le corse ippiche - a porte chiuse - riprenderanno dal 25 maggio. La decisione è stata...

21/05/2020

I successi italiani in Europa la scorsa settimana (11/05 - 17/05)

di Mario “Amario” Alderici – E’ mancato il successo più importante in Danimarca nella Copenaghen Cup; nelle altre corse...



Nad al Sheba S.r.l., Sede Legale Via Dolfin, 4/A - 20155 Milano
CF/P.Iva 07639910962 Cap. Soc. 10.000 € Iscrizione Rea di Milano N. 1973376
antonio@asfina.it Privacy Cookies