14/02/2020

Lady Driver, GIULIA DESCHI

di Mario “Amario” Alderici – Si è messa in grande luce prima al nord e poi al sud l’ottima Giulia Deschi, triestina classe 1992. Giulia, raccontaci di te.
Passione sfrenata per i cavalli fin da prima di iniziare a parlare; grazie a mamma Roberta, papà Piero e i nonni materni Adriana ed Evelino i quali dal 1988 gestiscono un maneggio nel quale io nasco e cresco; mia mamma (che aveva conosciuto mio padre perchè ognuno aveva il suo cavallo e quindi condividevano la passione) ha cavalcato anche quando era in gravidanza! Da lì comincio a montare a cavallo ancor prima di camminare: le mie prime esperienze sono grazie a Margherita, un’asinella pacata e dolce la quale subirà varie torture ovvero sella, calesse, i primi salti e le mie sperimentazioni nell’imparare a mettere fasce, paratendini, campanelle e tutto il vario occorrente. Intraprendo così una carriera agonistica nell’equitazione, prevalentemente nel salto ostacoli e completo con vari cavalli, riuscirò ad ottenere anche dei discreti risultati, fino ad essere invitata alle selezioni per i Campionati italiani ma il mio cavallo non potè partecipare a causa di un infortunio. Grazie a mio padre, appassionatissimo di ippica da sempre e piccolo proprietario e allevatore, frequento ancora nel passeggino la maggior parte degli ippodromi del nord est. Crescendo, imparo ad attaccare qualche cavallo e sin da subito mi crea una forte adrenalina. Ho gareggiato fino a 18 anni, poi nell’autunno del 2010 comincio nei giorni festivi e le domeniche a frequentare la scuderia di Ennio Pouch, bravissima persona e uomo di cavalli che stimo molto e che mi ha insegnato veramente tanto, trattandomi come una figlia dandomi spazio, fiducia e il “la“per intraprendere una nuova strada. All’eta di 18 anni conosco nello stesso centro di allenamento Antonio Finetti, con il quale intraprenderemo una relazione, oltre alla collaborazione di scuderia, che dura qualche anno. Grazie a loro (Ennio ed Antonio) frequento il corso allievi e da lì ho scalato i vari scalini fino ad arrivare ad oggi ed essere professionista. Il mio driver preferito è Roberto Vecchione, forse anche perchè è esploso nelle mie zone, ma stimo molto anche Antonio Di Nardo che cresce giorno dopo giorno facendo grandi risultati.

Nel corso di questi anni ho conosciuto il mio attuale compagno, ovvero Francesco Tufano, che da cinque anni a questa parte mi ha totalmente cambiato la vita! Perché dal profondo nord mi sono trasferita nella bella Napoli nella quale stanziamo e gestiamo una scuderia con una decina di soggetti. Divertente quando corriamo insieme, in una delle mie prime corse ad Aversa Francesco era in testa con Picasso Ll e io di fuori con Procione Guasimo e lui mi strillava “vai in mano, vai in mano” ma io dentro di me dicevo “Come vai in mano? Una corsa posso vincere” e in retta sono passata. Ne ho visti passare tanti di cavalli. Belli, brutti, forti e meno forti ma ognuno speciale a modo suo. Ma chi mi ha rubato il cuore è stato e sarà per sempre il mio Oxygen Dany: cieco da un occhio e diffidente da tutto e tutti, ha saputo incuriosirmi ed ha saputo rubarmi l’anima; ad ogni fischio risponde con un lungo nitrito, ghiotto di carote e yogurt. Con lui ho vinto sia in allievi, sia in professionisti; nell’agosto del 2017 abbiamo vinto una categoria di minima a Cesena, corsa da come era venuta ormai impossibile da vincere: dalla seconda fila partiamo ultimi, 58 il primo giro, sposto, un giro in terza ruota, all’ultima curva apparigliamo il battistrada ed in retta passiamo e vinciamo! Molto bella anche la sua ultima vittoria a gennaio 2018 quando eravamo gli estremi outsider del campo, era bellissimo in sgambatura, fece duemila metri sempre a tirare, seguii le mosse del favorito Ribot Gal con Minnucci per scattare a metà retta e stamparlo sul palo. Emozionante a dir poco perché quando c’e’ feeling c’e’ tutto! Penso sempre che sia il cavallo a scegliere l’umano e non il contrario”.



Ultime notizie


30/03/2020

Il Mipaaf proroga il termine per il versamento dell'importo dovuto di 96,00 per l'iscrizione dei puledri al Libro genealogico del cavallo trottatore

Ministero delle politiche agricole  alimentari e forestali  DIPARTIMENTO DELLE POLITICHE COMPETITIVE, DELLA QUALITA’ AGROALIMENTARE, ...

28/03/2020

In Svezia a segno Zinco Jet che ci fa tornare in mente la prima fuga di Birbone - quella per la vita - con mamma Tonga raccontata da Antonio Berti

di Mario “Amario” Alderici – Ci addentreremo la prossima settimana sui cavalli italiani a segno in Svezia ma la vittoria di Zinco Jet...

26/03/2020

Gli italiani a segno in Svezia (settimana dal 16/03 al 22/03)

di Mario “Amario” Alderici – Con l’Italia ferma qualche piccola soddisfazione per i cavalli italiani a segno in Svezia con uno...

25/03/2020

Covid 19, le richieste di Tuci a Governo e Ministero

In riferimento alla situazione di emergenza, già ben descritta da altri interventi, e ai propositi espressi da più parti in queste ultime...

19/03/2020

E' scomparso GLAUCO SAPIGNOLI, il Signor Gams

di Mario “Amario” Alderici – Mercoledì 18 ci ha lasciato uno degli allevatori storici italiani della bella ippica del trotto che...

17/03/2020

Continua in Svezia la grande crescita della Nad Al Sheba ALHAMBRA MAIL, al sesto successo consecutivo

di Mario “Amario” Alderici – Continua a fare successi in Svezia Magnus Dahlen con i figli del grande Nad Al Sheba; dopo le grandi imprese...

06/03/2020

ZACON GIO, rientro da Campione, 1.11.6 sul doppio km

di Mario “Amario” Alderici – Rientro da fenomeno qual è quello di Zacon Gio che, nonostante la sosta, ha volato come al solito...

05/03/2020

Castelluccio, BRAUM VIK sfugge a Boss Mede Sm, poker di MARIO MINOPOLI

di Mario “Amario” Alderici – Castelluccio ha iniziato il suo giovedì con i promettenti puledri e ad affermarsi è stato...

05/03/2020

Castelluccio giovedi' con Tqq e 2 seconde tris, Boss Mede Sm nel clou, i prono di Amario per tutta la riunione

di Mario “Amario” Alderici – Convegno interessante a Castelluccio con la tqq in chiusura e due seconde tris (alla terza e alla quarta)....

05/03/2020

Annullati i due Gran Premi di domenica a Padova

Non si correranno (nemmeno a porte chiuse) i due gran premi previsti per domenica a Padova. Il comunicato della Società: Considerate le probabili...

03/03/2020

Partenti Padovanelle (ma forse non si corre), Sharon Gar al 3

di Mario “Amario” Alderici - Dichiarati i partenti del Padovanelle (in programma domenica 8 anche se forse non si correrà) che si corre...

03/03/2020

Partenti Citta' di Padova (ma forse non si correra'), al 2 Allegra Gifont

di Mario “Amario” Alderici - Dichiarati i partenti del Città di Padova (in programma domenica 8 ma che forse non si correrà)...

28/02/2020

Castelluccio giovedi', BRANDO CAS di un soffio da leader, doppio per MARIO MINOPOLI

di Mario “Amario” Alderici – E’ andato a BRANDO CAS e MARIO MINOPOLI il clou del giovedì di Castelluccio in un buon 1.15.8....

27/02/2020

Isabella Ceriani si candida alla Presidenza Anact

Negli scorsi mesi, come molti amici allevatori sanno, ho dato il mio apporto, con determinazione e impegno , al progetto di dare vita ad una lista unitaria...

27/02/2020

Castelluccio giovedi', l'ascesa di BOREA DEL CIRCEO nel clou, i prono di Amario per tutta la riunione

di Mario "Amario" Alderici - Sarà in apertura (prima corsa) il centrale del convegno di giovedì a Castelluccio nel quale scegliamo...



Nad al Sheba S.r.l., Sede Legale Via Dolfin, 4/A - 20155 Milano
CF/P.Iva 07639910962 Cap. Soc. 10.000 € Iscrizione Rea di Milano N. 1973376
antonio@asfina.it Privacy Cookies